Ha 6 tumori al cervello, 19enne ha compilato una lista di cose da fare

La triste storia di Laura che non perde la voglia di andare avanti.

Home > Attualità > Ha 6 tumori al cervello, 19enne ha compilato una lista di cose da fare

Ci immergiamo nella routine, rinviando le cose importanti a favore di quelle più ‘urgenti’ ma la storia di Laura ci ricorda che bisogna trovare il tempo per ciò che conta veramente.

Ha 6 tumori al cervello, 19enne ha compilato una lista di cose da fare

La diciannovenne Laura Nuttal studia relazioni internazionali alla King’s College University di Londra. La ragazza aveva ignorato il mal di testa e la nausea, pensando che fossero i sintomi di una banale influenza.

In ottobre la 19enne si è sottoposta a un controllo oculistico di routine ed è stata indirizzata al Moorfields Eye Hospital con un’infiammazione anormale nel nervo ottico.

Lì sono stati scoperti due tumori nel suo cervello e, tramite un intervento chirurgico, i medici hanno rimosso quello che rappresentava la più alta minaccia. Più tardi, alla ragazza è stato diagnosticato il glioblastoma, una delle forme più aggressive di cancro al cervello negli adulti. Attualmente, Laura sta combattendo sei tumori cerebrali incurabili.

Ha 6 tumori al cervello, 19enne ha compilato una lista di cose da fare

Dopo aver appreso la sua diagnosi, la giovane donna ha dovuto decidere cosa fare con il tempo che le è rimasto così ha compilato una lista di cose da fare. Sebbene la sua famiglia sia stata devastata dalla diagnosi, ha scelto di aiutare Laura per raggiungere il suo obiettivo, ovvero realizzare più obiettivi possibili presenti nella sua lista.

Attualmente, Laura e sua madre Nicola partecipano attivamente a campagne di sensibilizzazione sulla diagnosi precoce dei tumori cerebrali e a raccolte di fondi per la ricerca scientifica.

Ha 6 tumori al cervello, 19enne ha compilato una lista di cose da fare

La ragazza coraggiosa continua a sottoporsi a radioterapia e chemioterapia e ha intenzione di provare un trattamento sperimentale che potrebbe potenzialmente darle più tempo da vivere. Contro ogni previsione e prognosi degli operatori sanitari, la ragazza mantiene le funzioni cerebrali che probabilmente avrebbe perso dopo l’intervento, come la parola.

Nicola ci assicura che lo spirito e la determinazione della figlia sono più forti che mai e ciò è evidente dal suo bel sorriso in ciascuna delle sue foto.

Non sappiamo quanto tempo abbiamo a disposizione in questo mondo e quanti momenti speciali vivremo. Quindi, non rimandiamo a domani ciò che di speciale possiamo fare oggi!