I chirurghi eseguono un intervento su una donna che accusava forti dolori. Ecco cosa hanno trovato dentro di lei

I chirurghi eseguono un intervento su una donna che accusava forti dolori. Ecco cosa hanno trovato dentro di lei

Ci sono storie sorprendenti, improbabili, che nessuno si aspetta che accadano, storie che lasciano senza parole. Questo è il caso della signora Chen, una donna di 45 anni. Ciò che le è successo ha dell’incredibile: aveva nel suo corpo più di 200 calcoli che sono stati estratti dopo una lunga operazione con risultati soddisfacenti.

Questa donna ha iniziato a presentare dolore addominale 10 anni fa. Dopo una visita medica ed in base alla diagnosi, ha dovuto sottoporsi ad un intervento chirurgico. Inizialmente la sua reazione non fu positiva, e la cosa era dettata dalla paura.


Tuttavia, una settimana dopo il dolore divenne lancinante e la signora Chen fu ricoverata all’ospedale di Guangji. Il 15 luglio, l’operazione è stata eseguita dai dottori Quan Xuwei e Huang Jintian con una durata di 6 ore e 30 minuti.

Durante l’intervento, i chirurghi hanno trovato più di 200 calcoli nella cistifellea e nel fegato della signora. Alcuni di questi calcoli erano così grandi che avevano le dimensioni di un uovo. I medici dell’ospedale hanno attribuito la formazione di così tante pietre nel corpo di questa donna alle sue cattive abitudini alimentari.

La sua alimentazione era scorretta e non seguiva degli orari regolari per i pasti. Per più di un decennio ha saltato la colazione molto frequentemente. La paziente ha lavorato per molto tempo raccogliendo colofonia, una sostanza appiccicosa di colore giallo, o marrone, che proviene dagli alberi di pino. Forse fu proprio questo tipo d lavoro che non le permetteva di rispettare determinati orari per i pasti.

Il chirurgo mise i calcoli che erano stati rimossi dalla cistifellea e dal fegato della signora Chen in un contenitore. Ha spiegato che i calcoli biliari si formano nella cistifellea, e sono piccoli cristalli di solito formati da colesterolo.

Le persone che hanno più probabilità di contrarre calcoli, sono quelle in sovrappeso e di età superiore ai 40 anni, in particolare le donne. La chirurgia dimagrante potrebbe essere un fattore influente nella formazione di queste “pietre”.

Secondo il dottor Quan, la cistifellea smette di restringersi ed espandersi quando una persona non fa colazione. Ciò potrebbe causare l’accumulo di bile, generando alti livelli di colesterolo e calcio. Tuttavia, gli esperti nel Regno Unito differiscono da questa premessa, hanno un’opinione diversa.

Il dottor George Webster, vicepresidente della British Society for Gastroenterology, ha commentato che incolpare una particolare abitudine alimentare per la formazione di calcoli biliari o calcoli epatici è un po’ speculativo, ed è una premessa che non ha una base scientifica a suo sostegno. Il dottor George ha affermato che questo problema è un fatto comune in tutto il mondo, tuttavia la sua causa non è molto chiara. I pazienti maggiormente colpiti si trovano in Cina e in Asia orientale, e secondo il dottor George ciò potrebbe essere dovuto all’aumento della percentuale di infezione dei dotti biliari.

Daniele Mondello e il tour dedicato a Viviana e Gioele

Daniele Mondello e il tour dedicato a Viviana e Gioele

Bambine uccise dal papà a Tenerife: la disperazione della mamma

Bambine uccise dal papà a Tenerife: la disperazione della mamma

Strage di Ardea, il dolore della mamma dei fratellini uccisi nella sparatoria

Strage di Ardea, il dolore della mamma dei fratellini uccisi nella sparatoria

Strage di Ardea, il legale della famiglia Fusinato ha spiegato cosa è accaduto

Strage di Ardea, il legale della famiglia Fusinato ha spiegato cosa è accaduto

Strage di Ardea, il sogno spezzato del piccolo Daniel e lo strazio della madre

Strage di Ardea, il sogno spezzato del piccolo Daniel e lo strazio della madre

Denise Pipitone: scoperto chi è la donna con una figlia nelle foto diffuse delle ultime ore

Denise Pipitone: scoperto chi è la donna con una figlia nelle foto diffuse delle ultime ore

Strage di Ardea, la madre era in casa: alla vista della pistola del figlio scappa

Strage di Ardea, la madre era in casa: alla vista della pistola del figlio scappa