I suoi compagni di classe si vaccinano: Matteo, guarito dalla leucemia, può tornare a scuola

L'annuncio della mamma su Instagram: Suo figlio potrà tornare a scuola

Home > Attualità > I suoi compagni di classe si vaccinano: Matteo, guarito dalla leucemia, può tornare a scuola

La sua storia aveva commosso l’intero mondo del Web. La storia di Matteo, il bambino di 7 anni residente a Roma che, dopo esser guarito dalla leucemia, non poteva tornare a scuola perché i suoi compagni non erano in regola con i vaccini. Oltre il danno, dunque, la beffa. L’illusione di poter riprendere la sua vita di tutti i giorni era durata ben poco.

Dopo aver lottato contro un terribile male come la leucemia ed averlo sconfitto, il bambino rischiava di perdere un’altra sfida, quella contro il buon senso. Lunghe ed interminabili sedute di chemioterapia non lo avevano sconfitto, ma l’ignoranza ci era quasi riuscita.

La-storia-di-Matteo-il-bambino-di-7-anni-che-ha-sconfitto-la-leucemia

A febbraio il bambino avrebbe potuto riabbracciare i suoi compagni di classe, se non fosse arrivato uno stop improvviso. I bambini frequentanti la sua stessa scuola non erano in regola con i vaccini e dunque tornare in classe poteva essere molto pericoloso per il piccolo.

Una-storia-di-grande-solidarieta

A causa delle sue ridotte difese immunitarie, infatti, era troppo alto il rischio che contraesse delle malattie pericolose per la sua salute. Ma per fortuna, tutto è bene quel che finisce bene. Ed è stata la stessa mamma del bambino ad annunciarlo sul suo profilo Instagram: Suo figlio potrà finalmente tornare a scuola.

Una-storia-che-sottolinea-limportanza-dei-vaccini

La Asl Roma 2, infatti, ha annunciato che la copertura dei vaccini presso la scuola è quasi completa. Dei 101 alunni frequentati l’Istituto, al momento, è rimasto solo un bambino a non essere in regola con i vaccini. La riunione convocata dalla Preside la scorsa settimana per invitare i genitori a provvedere ai vaccini ha funzionato e ora tutto è pronto per il grande ritorno del piccolo. La storia di Matteo è una storia di grande solidarietà, che sottolinea l’importanza dei vaccini.