Il bimbo che mangia con i piedi

Home > Attualità > Il bimbo che mangia con i piedi

Una madre afferma che il ristorante IHOP (International House Of Pancakes) in Arkansas, USA, ha discriminato il suo bambino di 3 anni nato senza braccia. Alexis Bancroft ha commentato che suo figlio William mangia usando i  piedi, ma quando la famiglia andò a mangiare nella franchigia situata a Hot Springs, la manager li invitò ad andarsene.

L'immagine può contenere: 3 persone, persone che sorridono, persone in piedi, bambino, pianta, albero, spazio all'aperto e natura

Disse alla madre che suo figlio non poteva sedersi sul tavolo o toccare i contenitori di sciroppo. Secondo questa donna, era una regola igienica del dipartimento della salute …

“Quando siamo arrivati ​​lì, l’ho preso tra le mie braccia, l’ho portato in bagno e gli ho pulito i piedi perché potesse mangiare. Ho chiesto al dipendente: “Chiedete a tutti i clienti se si sono lavati le mani prima, quando toccano il cibo?” ha detto la madre turbata ai media locali. “Ha tre anni, è tutto ciò che sa. Questo è quello che gli è stato insegnato in terapia”, ha aggiunto Bancroft.

Anche se il manager si scusò, il danno era stato fatto e la famiglia si alzò immediatamente e se ne andò senza pagare. “È stata lei a discriminare mio figlio per avere una disabilità fisica”, ha detto la madre a proposito del litigio e della sua successiva reazione. Dopo essere arrivati a casa, Bancroft ha scritto dell’incidente su Facebook, in un post diventato virale. Tuttavia, giorni dopo l’ha eliminato.

Diversi camerieri del ristorante hanno contattato la donna attraverso i social network per trasmetterle “la loro profonda vergogna” e “lo shock” che hanno provato per quello che è successo. “Ciao, sono un impiegato dell’IHOP ed ero lì oggi quando è successo tutto. Volevo solo esprimere la vergogna che provo per ciò ha dovuto sopportare tuo figlio nelle nostre strutture. Io e i miei colleghi non credevamo che il nostro manager si sarebbe comportato in questo modo “, ha spiegato in un messaggio.

In effetti, la responsabile si è anche scusata con la madre, ma Bancroft dice che anche se non l’aveva fatto apposta, il giorno dopo il bambino non voleva mangiare sul suo tavolo a causa di come era stato trattato. “Voleva sedersi su una sedia, qualcosa che davvero non può fare …”

L’azienda ha espresso le sue più sentite scuse e ha postato un messaggio “Per 60 anni, IHOP e il nostro ristorante hanno faticato a generare un’esperienza piacevole di accoglienza per i nostri clienti, e questo incidente non è coerente con questo nostro impegno”. Qualche giorno fa la manager è stata sospesa a causa dei danni causati.

Condividi e dicci cosa ne pensi