Il bimbo in soffitta

Questo tipo di storie è in grado di far venire una rabbia immensa, ma per fortuna, almeno questa volta c’è stato un lieto fine. Avere figli non è per tutti, è chiaro che vi sono persone che non dovrebbero mai essere genitori. Quei genitori che feriscono i loro figli, coscienti o no, li maltrattano e li privano della loro innocenza..

Questa storia parla di una di quelle madri. Ha scelto di non amare suo figlio e lo ha rinchiuso in soffitta, solo, abbandonato, dandogli solo la possibilità di sopravvivere a malapena. Fortunatamente, è stato trovato dalla polizia. Giovanni Eastwood ha la sindrome di Down e sua madre non lo voleva. Il bambino è stato trovato rinchiuso nella soffitta della madre nel 2010. Aveva solo 6 anni. Grazie al nonno, che ha chiamato la polizia per raccontare la situazione, sono stati in grado di far uscire il bambino da lì. Quando la polizia lo ha trovato, pensavano che fosse molto più piccolo. Pesava solo 7,5 chili e non sembrava avere più di 3 anni. La madre fu arrestata e Giovanni fu preso in consegna dalla polizia. Il bambino è stato in seguito adottato e non avrà più bisogno di stare con sua madre. La donna è stata condannata a 8 anni di carcere per maltrattamento di minori. Ma è possibile riprendersi da un’esperienza così orribile nella vita? Sì, si puoi. Giovanni ha 12 anni oggi e sta molto bene. Recentemente si è riunito con i poliziotti che lo hanno salvato 6 anni fa. E’ diventato un ragazzo felice e non ha esitato a posare con i suoi eroi.


Fortunatamente suo nonno ha parlato e gli ha dato la possibilità di essere felice.


E’dura pensare a cosa sarebbe successo se fosse rimasto in quelle condizioni.

Di seguito si può vedere il video con la storia del bambino e i suoi salvatori.