Il bimbo pinocchio

Home > Attualità > Il bimbo pinocchio

Sarebbe bello se le persone imparassero ad accettare e vedere la bellezza nelle differenze degli altri, invece di prendere in giro le persone che sono e si vedono in modo diverso. Probabilmente il mondo sarebbe un posto migliore in cui vivere. Speriamo che la storia del piccolo Ollie ispiri molti a cercare di rendere il mondo un posto migliore.

Già durante la gravidanza Amy Poole ha ricevuto notizie scioccanti. Dall’ecografia i medici si sono resi conto che c’era qualcosa di anomalo nella faccia del bambino. Nella settimana 20, i medici hanno potuto vedere che il bambino aveva un’appendice che cresceva in modo sproporzionato intorno al naso. Amy sapeva che suo figlio sarebbe stato diverso dal resto dei bambini, ma non aveva mai immaginato lo shock che avrebbe provato nel vederlo per la prima volta dopo il parto, nel febbraio 2014. Nonostante avesse visto gli ultrasuoni, Amy è rimasta sbalordita nel vedere suo figlio dopo la nascita all’ospedale universitario in Galles. Questo è ciò che ha detto al Daily Mail nel 2015: “Quando me l’hanno messo tra le braccia dopo la nascita, ero così sorpresa che non riuscivo quasi parlare”. Il bambino che è stato chiamato Ollie, è nato con qualcosa chiamato “encefalocele”. È un nodulo formato dall’uscita del cervello attraverso il tubo neurale, nel quale non è rimasto ben chiuso durante la gravidanza. E nel caso di Ollie, è uscito dal suo naso. Questa situazione è molto insolita, 1 su 10.000 bambini nascono ogni anno negli Stati Uniti con questo difetto. Nonostante questa situazione speciale, sua madre Amy fece ciò che qualsiasi madre avrebbe fatto, amare suo figlio sopra ogni altra cosa.

Non gli importava di quello che la gente diceva, della sua famiglia e dei suoi amici. Non gli importava degli inconvenienti che avrebbe potuto incontrare. Amy aveva deciso di amare e aiutare suo figlio incondizionatamente”

Ma il viaggio non è sempre stato facile per Amy e Ollie. Oltre a definirlo brutto, c’è stato un commento particolarmente crudele che non potrà mai dimenticare. Uno sconosciuto le disse che il bambino non avrebbe mai dovuto nascere. “Per me, Ollie è perfetto. È il mio piccolo pinocchio e ne sono orgogliosa”, dice Amy.

Fortunatamente ci sono molte persone che supportano Ollie, famiglia e persone di buon cuore.
Non danno importanza al suo naso e lo vedono per quello che è, un bambino.
Anche a causa della sua enorme personalità, la sorella maggiore Anabelle a volte è un po’ gelosa di Ollie.

“Ollie e Annabelle vanno molto d’accordo – Giocano sempre. Annabelle ha una piccola gelosia verso Ollie da quando riceve quasi tutta l’attenzione “, dice Amy. Negli ultimi mesi Ollie è stato operato più volte. All’inizio Amy dubitava, ma i medici le consigliarono di operare poiché Ollie si trovava a rischio a causa di possibili infezioni che potevano insorgere, ad esempio la meningite.

Fortunatamente le operazioni sono state un successo. I chirurghi sono stati straordinariamente efficienti e competenti. Oggi Ollie ha già 3 anni e sta bene. Amy vuole inviare un messaggio a tutti coloro che commentano il suo aspetto:

Ollie Poole

“Non voglio che altri bambini subiscano i terribili commenti che abbiamo dovuto ascoltare. Penso che il modo migliore per combattere questa mancanza di tatto e di empatia sia educare le persone. Sarei stata molto più grata se la gente mi avesse chiesto cosa avesse Ollie, invece di respingerlo per essere brutto e puntare il dito contro di lui.”