il corpo di Chloe stava rigettando la sua stessa vescica

I dottori pensavano che fosse una una semplice infezione alla vescica, ma col passare del tempo tutto peggiorava e nessuno capiva cosa le stesse succedendo. Poi arrivo la bizzarra risposta: il corpo di Chloe stava rigettando la sua stessa vescica

Home > Attualità > il corpo di Chloe stava rigettando la sua stessa vescica

Chloe Bullivant è sempre stata una persona molto attiva e allegra ma una strana condizione nella sua vescica ha iniziato a porre fine completamente al suo stile di vita. All’inizio era un semplice fastidio e Chloe pensò che fosse un’infezione. Chloe sta studiando infermieristica veterinaria all’università.


Dopo aver fatto 9 trattamenti antibiotici, le cose sembravano solo peggiorare e i dottori che la curavano sembravano rimanere a corto di risposte. Fu allora che decisero di fare altri test e inserirono una piccola telecamera nella sua vescica per cercare di scoprire quale fosse il problema. Pensavano che il problema fosse che la vescica di Chloe era troppo stretta e che aveva bisogno di un intervento chirurgico per aiutarla. Chloe ha iniziato a sentire i primi sintomi quando ha compiuto 22 anni. Durante i primi mesi sembrava che tutto fosse stato un successo, ma alla fine i sintomi tornarono e stavano peggiorando. “Ogni mese peggiorava sempre di più. Ho raggiunto il punto in cui c’era sangue e pezzi di tessuto nelle mie urine. Non riuscivo a camminare ” Molti altri specialisti hanno cercato di scoprire cosa stava succedendo. Hanno eseguito un test su Chloe con anestesia generale e quando hanno preso i campioni sono rimasti scioccati. Non avevano mai visto nulla di simile prima e non erano sicuri se fosse un cancro. Alla fine trovarono la risposta: il corpo di Chloe stava rifiutando la sua stessa vescica . Le fu diagnosticata una cistite interstiziale, una malattia molto poco conosciuta. “Il dolore era insopportabile. Non potevo fare nulla Non potevo bere alcolici, lavorare o uscire. Non potevo camminare molto ed era difficile sedersi in macchina. Tutto quello che dovevo fare doveva essere con un bagno molto vicino perché la capacità della mia vescica era molto bassa “.

L’unica opzione che i medici avevano era di rimuovere la vescica e dargliene una nuova. Tuttavia, l’operazione è stata posticipata quando hanno confermato che questo poteva mettere a rischio l’utero. I medici non si arresero e, dopo aver investigato, trovarono un modo per creare una nuova vescica per Chloe. L’operazione è stata un successo e Chloe potrà essere madre in futuro.

La nuova vescica di Chloe è stata realizzata con parti del tessuto nel suo intestino tenue. Dopo 10 giorni in ospedale, fu dimessa e Chloe non vedeva l’ora di tornare a vivere. Ben presto Chloe stava già nuotando, cavalcando e correndo, voleva recuperare tutto il tempo perso.

Si è stimatva che il tempo di recupero di Chloe sarebbe stato di tre mesi, ma ci sono volute solo tre settimane. Ha sentito parlare di una fondazione chiamata Table Mountain che svolge attività di rappelling per raccogliere fondi e aiutare bambini gravemente malati o disabili.

Tutta la sua famiglia pensava che fosse troppo rischioso, ma Chloe era determinatoa a raggiungere la cima di una montagna.

“E ‘stato fantastico. Avevo così tanta adrenalina e ho raggiunto un obiettivo importante. Ho riacquistato la normalità nella mia vita “. Celebriamo che dopo aver attraversato una malattia così dolorosa e complicata, Chloe è riuscita a riprendersi e ricominciare la sua vita. È una vera ispirazione per molti.