Il figlio di 17 anni scompare

Il figlio di 17 anni scompare, la polizia lo cerca inutilmente, supponendo che sia scappato. 30 ore dopo il padre ha un forte presentimento che non può ignorare e affitta un elicottero.

Home > Attualità > Il figlio di 17 anni scompare

Chi ha detto che solo le madri possono avere incredibili istinti protettivi quando si tratta dei loro figli? Quando Samuele, 17 anni, non tornò a casa la domenica sera, suo padre Tony Lethbridge ebbe una brutta sensazione. Il figlio adolescente non ha risposto a nessuno dei messaggi della sua famiglia e le pubblicazioni per ottenere informazioni su Facebook non hanno prodotto alcun risultato.

La sua famiglia cominciò a temere il peggio. I genitori di Samuel, Tony e Lee, andarono alla polizia per denunciare la scomparsa del loro figlio. Secondo le notizie, la polizia ha detto loro di andare semplicemente a casa e aspettare, ma nessuno in famiglia poteva stare fermo e aspettare che loro facessero il loro lavoro. Tony non riusciva a dormire, così andò a cercare suo figlio … Il padre disperato aveva la sensazione che suo figlio avesse avuto un incidente con la macchina e che fosse ferito da qualche parte. La prima cosa che suo padre Tony fece quando suo figlio Samuel sparì fu chiedere ai suoi amici se sapevano qualcosa su di lui. Gli dissero che Samuele aveva programmato un viaggio quella domenica per incontrare la sua ragazza in una città vicina e che si sentiva stanco quando li riportò a casa la sera. Fu allora che Tony provò una sensazione terribile che non poté fare a meno di assecondare. Ho sentito che Samuel aveva avuto un incidente con la macchina. “Tutti dicevano che probabilmente era scappato di casa … ..ma Samuele non era tipo da fare una cosa simile” dice il padre Tony Lethbridge a The Sydney Morning Herald . Tony aveva la sensazione che suo figlio si fosse schiantato contro la sua auto e fosse rimasto ferito da qualche parte.

Ricordava una tragica storia accaduta nella stessa zona in cui Samuel guidava. E in quel caso, ci sono voluti cinque giorni per trovare l’autista dell’incidente, che era morto a causa delle ferite riportate. “Questa immagine mi girava nella testa, quindi ho pensato: ‘Non mi siedo adaspettare come se nulla’, ha spiegato.

“A causa della vegetazione del paesaggio, se c’è una macchina all’interno, non sarà facilmente visibile. L’unico modo per cercare bene è dall’aria. E questo è quello che abbiamo fatto. ” La famiglia vive in Australia e Tony sapeva di lottare contro il tempo ed era difficile trovare Samuel in mezzo alla vegetazione.

“Ho detto a mia moglie: ‘Non aspetterò più. Vado a noleggiare un elicottero e vado a prenderlo” decise il padre. Tony ha ottenuto gli $ 800 necessari per noleggiare un elicottero dal gruppo Skyline Aviation. Il padre disperato andò all’aerodromo, mise i suoi soldi sulla scrivania e chiese al pilota di cercare suo figlio.

Lo zio di Samuel, Michael Lethbridge, accompagnò il padre durante la ricerca, sostiene che Tony stava anche combattendo contro la sua fobia del volare. L’intuizione di Tony lo portò nel posto in cui si poteva trovare il figlio. Era una strada dove di solito c’erano molti incidenti e dove precisamente un ragazzo era morto in un incidente automobilistico.

Appena 10 minuti dopo che l’elicottero decollasse, la famiglia ha scoperto un’auto bianca che si era schiantata sul lato della Pacific Highway, vicino a Newcastle, a nord di Sydney. L’area esatta in cui il padre di Samuel li aveva portati! Se si fossero recati lì con la macchina, probabilmente non avrebbero visto l’auto poiché la strada è circondata da una fitta vegetazione. Ma dall’aria, era impossibile fallire.

Tony iniziò immediatamente ad innervosirsi. La famiglia riconobbe immediatamente l’auto e atterrò proprio accanto all’incidente. Samuel era bloccato in macchina e non poteva muoversi … Quando i servizi di emergenza arrivarono sulla scena dell’incidente, dovettero squarciare il veicolo per estrarre Samuel dalla pila di ferri.

Combattendo per la sua vita, e bloccato nel suo veicolo da quasi 30 ore, Samuel era disidratato e aveva gravi ferite. “Mi ha parlato quando sono arrivato alla sua auto”, ha detto Tony Lethbridge. “L’ho preso e ho detto: ‘Figlio mio, papà ti ha trovato'”.

Le prime parole di Samuel a suo padre furono: “Mi piacerebbe bere”.
Nell’ospedale hanno scoperto che aveva un braccio rotto e ferite alle gambe e alla schiena. Un femore rotto sporgeva sopra la pelle.

La famiglia Lethbridge iniziò a raccogliere fondi per finanziare la guarigione di Samuel. Tutti hanno elogiato Tony come l’eroe che è. Bel lavoro! Hai salvato la vita di tuo figlio. Devi sempre fidarti del tuo istinto! Questo padre ha trovato suo figlio prima che la polizia lo facesse: dimostra che non c’è nulla di più grande dell’amore di una famiglia.

Un vantaggio per quei genitori che mostrano il vero amore per i loro figli. E un enorme grazie a Skyline Aviation che ha restituito i soldi al padre dopo aver trovato suo figlio! Condividi questa storia su Facebook per lodare la prestazione del padre intelligente che mostra che c’è sempre speranza!