Il nudo filantropo

"vende" le sue foto in biancheria intima e senza, ma lo fa per un scopo molto nobile. Il fine giustifica i mezzi"

Gli incendi che si stanno verificando in Australia, hanno provocato il caos nel paese e molte persone si offrono di collaborare per aiutare. È il caso di una giovane modella che ha avuto un’idea originale per ricevere donazioni. Kaylen Ward è una modella americana di vent’anni che, come molte persone, è preoccupata per i voraci incendi che stanno devastando l’Australia.

La bella donna sa che è necessario un sostegno economico per le persone che hanno perso la casa e vuole offrire loro sostegno. Stava guardando tutti i post relativi alla tragedia su Twitter, e fu colpita dal fatto che l’argomento non era molto diffuso e che le donazioni erano molto poche.

“Stavo leggendo tutti i messaggi su Twitter sugli incendi in Australia, ed ero molto preoccupata che non ci fosse molta copertura mediatica e, di conseguenza, poche persone che donavano”, ha detto la modella.


Le venne in mente di offrire le sue foto di nudo in cambio di donazioni per contribuire a sua volta. Per ogni dieci dollari donati, avrebbe inviato una sua foto. Sul suo account Twitter, Kaylen ha pubblicato la campagna “Il nudo filantropo” e ha avuto immediatamente un grande successo.

“Sto inviando mie foto personali ad ogni persona che dona almeno 10 dollari, a favore di queste campagne di raccolta fondi per gli incendi in Australia.

“Ogni 10 dollari che doni = una foto di un mio nudo . Devi inviarmi la conferma che hai donato ”, ha scritto la giovane donna.

La donna fu colpita dai risultati che stava ottenendo e cercò il sostegno di quattro persone per poter classificare e verificare le donazioni ricevute. Nonostante lo scopo per il quale ha concepito la sua strategia, alcune persone hanno criticato la sua iniziativa e la giovane donna si è difesa con veemenza, perché tutto ciò che le importava era aiutare le vittime.

«A chiunque abbia qualcosa di negativo da dire sul modo in cui sto raccogliendo soldi, vorrei chiedere cosa hanno fatto loro per aiutare. E vorrei chiedere se hanno una soluzione alternativa che si dimostrerebbe la stessa o più efficace. Non credo che le persone o gli animali si lamentino della provenienza dei soldi ”, ha affermato la modella sconvolta.

Ciò che ha infastidito maggiormente Kaylen è stato il fatto di essere stata criticata, senza analizzare i sentimenti e le motivazioni che l’hanno spinta ad aiutare. Forse dovremmo mettere da parte i pregiudizi per prestare attenzione a ciò che conta davvero: il bene delle altre persone.

Morte Viviana Parisi, parla l'avvocato Claudio Mondello: "Non si è suicidata"

Trovato Manlio Germano, l'autore del post inneggiante la morte di Willy

Viaggia per la prima volta in aereo a 106 per vedere suo figlio gravemente malato

Un uomo canta ai pazienti mentre li trasporta fuori dalla sala operatoria

Pesava 335 chili, ma adesso ne pesa solo sessantanove. Ecco com'è diventata

Morte Miriam Laezza, l'appello della madre su i social

Insegnante rischia la vita per uno scherzo dei suoi studenti