padre andrea

Il padre del piccolo Andrea Mirabile sta migliorando, potrebbe essere dimesso a breve

Importante aggiornamento sulle condizioni di salute del padre del piccolo Andrea Mirabile: sta migliorando

Sta facendo dei miglioramenti il papà del piccolo Andrea Mirabile, il bimbo di 6 anni morto per una sospetta intossicazione durante una vacanza a Sharm El Sheik. La mamma incinta sta molto meglio ed infatti, è potuta tornare a casa.

padre andrea

L’uomo dal suo rientro in Italia si trova ricoverato nel reparto di Medicina, del Policlinico di Palermo. I medici stanno facendo il possibile per aiutarlo.

Il piccolo Andrea ha perso la vita nella giornata di sabato 2 giugno. L’intera famiglia si era recata in Egitto per una vacanza, programmata da tempo e che doveva essere all’insegna del divertimento e della spensieratezza.

Tuttavia lo scorso 1 luglio, il bimbo ha iniziato a stare male. Vomitava ed era spossato. Poche ore dopo anche i genitori hanno mostrato i suoi stessi sintomi. Sono andati d’urgenza nell’infermeria del resort.

padre andrea

I medici a quel punto, gli hanno fatto una flebo e dato delle pillole, credevano che sarebbero tornati a stare bene. Però, poche ore dopo le condizioni della famiglia sono peggiorate nuovamente.

Sono stati trasportati d’urgenza all’ospedale della città, ma per il piccolo era ormai troppo tardi. Dopo averlo rianimato un’ora, i medici non hanno avuto altra scelta che constatare il decesso. Il padre, invece, ha avuto bisogno di un ricoverato in terapia intensiva.

Attesa per la seconda autopsia sul corpo del piccolo Andrea Mirabile

La mamma, anche lei sotto osservazione, per poter tornare in Italia ha fatto un disperato appello e, per fortuna, l’assicurazione è riuscita a mandare due voli per l’intera famiglia. Il piccolo è arrivato a casa, solo il giorno successivo dei genitori.

I legali hanno presentato un esposto alla Procura, per avviare un’inchiesta e quindi eseguire una seconda autopsia. L’esame è previsto per la giornata di mercoledì 13 luglio.

padre andrea

Una primo esame è stato eseguito dai medici in Egitto, ma per avere i risultati devono aspettare due mesi. Antonio Mirabile, se continua a mostrare dei miglioramenti, potrebbe essere dimesso proprio il 13, ma i medici sono molto cauti sulle sue condizioni di salute.