Il piccolo Tobia non ce l’ha fatta

Si è spento il piccolo Tobia, a soli dieci mesi

Home > Attualità > Il piccolo Tobia non ce l’ha fatta

Avevamo già sentito parlare del piccolo Tobia, il bambino di soli dieci mesi, che qualche settimana fa è stato portato all’ospedale di Padova, dai suoi genitori. Giovanna Catanzaro e Diego Bottacin, si erano resi conto che qualcosa nel loro bambino non andava, così si sono diretti in ospedale, ma qui i medici li hanno informati che il piccolo Tobia soffriva di una delle forme più gravi di SMA (astrofia muscolare spinale).

Questa, purtroppo, è una malattia rara che causa la perdita di motoneuroni, cioè quei neuroni che trasportano i segnali, dal sistema nervoso centrale ai muscoli e che, quindi, ne controllano il movimento. Di conseguenza, questa malattia comporta debolezza e atrofia muscolare progressiva, negli arti inferiori e nei muscoli respiratori. Oggi ci sono diverse cure sperimentali, ma non per la tipologia più grave, quella di Tobia. Il piccolo, purtroppo, non riusciva nemmeno a mangiare, i medici lo nutrivano attraverso un piccolo sondino. Nonostante avesse bisogno di essere costantemente monitorato, i suoi stupendi genitori sono riusciti a fargli fare più esperienze possibili dal momento in cui hanno scoperto della sua malattia. Lo hanno perfino portato al mare… Diego, il papà, ha dichiarato che un aiuto fondamentale, lo hanno ricevuto dai suoceri, i genitori di mamma Giovanna e anche dalla sua datrice di lavoro, a cui non è importato delle assenze nelle ore lavorative, anzi, lei stessa lo ha spronato affinché passasse più tempo possibile con suo figlio. La malattia di Tobia è causata dalla mutazione di un gene chiamato SMN1.

Purtroppo Tobia non ce l’ha fatta e si è spento, a dieci mesi, tra le braccia di mamma e papà.

Vogliamo lasciare il nostro supporto a questi due genitori e ammirare il coraggio che hanno avuto in questa dura lotta.

Ciao piccolo Tobia, adesso sei un angioletto. RIP ♥.

Potrebbe interessarti anche: Madre scaraventa a terra la sua bambina appena nata e poi cerca di togliersi la vita