In ospedale le hanno detto di non preoccuparsi perché non aveva il coronavirus ma perde la vita pochi giorni dopo

In ospedale le hanno detto di non preoccuparsi perché non aveva il coronavirus - Ragazza di 24 anni perde la vita pochi giorni dopo. Ecco cosa è accaduto

Pamela Nieto, della città di Cordova, La Falda, in Argentina, è deceduta all’età di 24 anni lunedì scorso dopo essere stata ricoverata in ospedale per 10 giorni nel reparto di terapia intensiva. La famiglia della giovane donna denuncia il personale medico e incolpa gli operatori sanitari per non averle offerto le cure di cui aveva bisogno.

Nonostante il suo stato di salute visibilmente compromesso, è stata dimessa tre volte. Il 4 aprile, la giovane donna ha presentato dei sintomi preoccupanti, anni fa aveva subito un trapianto di rene e ha partecipato a regolari controlli medici presso l’ospedale di Cordova nella capitale della provincia.

In questa occasione però dovette recarsi in un altro centro sanitario nel mezzo della quarantena obbligatoria perché non aveva l’autorizzazione a viaggiare.

Arrivò all’ospedale municipale di La Falda con la febbre di 38 gradi, il medico che la visitò le disse che non era coronavirus e le prescrisse il paracetamolo. Le disse di non tornare se non avesse avuto altri sintomi riconducibili al COVID-19.

Il giorno successivo, poiché Pamela non migliorava, fu trasferita in un altro ospedale. Aveva ancora la febbre alta, ma non hanno fatto alcun controllo, l’hanno messa su una sedia a rotelle attaccata ad una flebo. “Lunedì 6 aprile, dopo mezzogiorno, siamo tornati in ospedale perché mia figlia aveva la diarrea.”

Abbiamo insistito per chiedere loro di fare un’analisi più approfondita, ma ci hanno detto che non era necessario. Gli è stata diagnosticata la gastroenterite e le sono stati prescritti farmaci per controllare la diarrea “, ha detto il padre.

Erano passati due giorni e Pamela non parlava. Le sue condizioni di salute erano notevolmente peggiorate. Nello stesso centro sanitario in cui era andata, hanno effettuato dei test e le hanno ordinato di trasferirsi in un ospedale nella città di Cordova, ma non c’erano letti disponibili e sono riusciti a trasferirla giovedì al Cáceres de Allende Transit “, ha detto il padre della giovane defunta. .

Uno studio a cui è stata sottoposta Pamela ha rilevato che aveva un sacco di liquido nell’addome, è stata ricoverata urgentemente venerdì 10 aprile, ma non si è più svegliata. Quando finalmente fu accettata in un ospedale morì dopo 10 giorni, lasciando la sua famiglia devastata.

“Ho portato mia figlia perché capissero che cosa aveva e me l’hanno restituita in una bara” , ha detto il padre dal cuore spezzato. Il caso è stato pubblicato dai media, i genitori di Pamela hanno riferito di essere stati vittima di negligenza medica.

Il direttore del centro sanitario di La Falda, Lucas Viotto, ha detto che è stata aperta un’indagine interna su questo caso, ha assicurato che quando ha appreso la situazione della giovane donna ha ordinato il suo trasferimento in ospedale l’8 aprile.

“Non c’erano letti e dopo diversi sforzi abbiamo trovato un posto per lei a Tránsito Cáceres de Allende. I medici che hanno visitato la giovane donna il 05 e 06 aprile non hanno eseguito le analisi necessarie perché la giovane donna era stabile”, ha aggiunto Viotto. Silvina Pereyra, la madre di Pamela, ha raccontato il dramma che hanno subito. Ha detto che gli è stato detto che i sintomi di sua figlia non erano compatibili con il coronavirus e quindi non era preoccupante.

La donna ha pubblicato un post sul suo profilo Facebook sei giorni prima della morte di sua figlia. “Da bambina soffriva di una malattia autoimmune per la quale aveva perso le funzione renale. Tre anni fa suo padre le ha donato un rene. Oggi è ricoverata all’ospedale Tránsito Cáceres Allende con un grave quadro infettivo, ha un respiratore e un grave disturbo emorragico, ha sanguinamenti multipli. Richiede trasfusione di elevate quantità di globuli rossi, plasma e piastrine che siamo riusciti a raggiungere, ma ne ha ancora bisogno e le riserve sono esaurite”.

Poco dopo chiese che pregassero per sua figlia e il 20 aprile riferì che sua figlia non era riuscita a sopravvivere. “Con tutto il dolore del mondo e il cuore spezzato segnaliamo che Pame ci ha lasciato. Vola in alto, figlia, ti amiamo e ti ameremo per sempre.

Agrigento, Gaetano Maragliano e Martina Alaimo morti a soli 17 anni

Agrigento, Gaetano Maragliano e Martina Alaimo morti a soli 17 anni

Daniele Mondello pubblica anche la foto della maglietta del piccolo Gioele

Daniele Mondello pubblica anche la foto della maglietta del piccolo Gioele

La cantante R&B Emani è morta a 22 anni: vittima di un grave incidente stradale

La cantante R&B Emani è morta a 22 anni: vittima di un grave incidente stradale

Padova, Andrea Sancatterina è morto a 14 anni a causa di un'emorragia

Padova, Andrea Sancatterina è morto a 14 anni a causa di un'emorragia

Lucrezia Di Prima trovata senza vita: il fratello ha confessato l'omicidio

Lucrezia Di Prima trovata senza vita: il fratello ha confessato l'omicidio

Ragusa, Carmelo Vicari muore a soli 26 anni: era papà di due bambini

Ragusa, Carmelo Vicari muore a soli 26 anni: era papà di due bambini

Gallipoli, Elisa De Lorenzis è morta a 19 anni mentre era in auto con altri 3 amici

Gallipoli, Elisa De Lorenzis è morta a 19 anni mentre era in auto con altri 3 amici