In un Paese dell’Africa le bambine devono consumare 9mila calorie al giorno per diventare grasse

Succede in Mauritania, ecco perché.

Home > Attualità > In un Paese dell’Africa le bambine devono consumare 9mila calorie al giorno per diventare grasse

Nell’era dei social media, la bellezza è definita dalla forma del corpo, dalle curve e, a volte, dal tono e dal colore della pelle. Ora, mentre i corpi sottili e sinuosi sono popolari nella maggior parte del mondo in Mauritania l’obesità è considerata una caratteristica più attraente in una donna.

In un Paese dell'Africa le bambine devono consumare 9mila calorie al giorno per diventare grasse

Per le donne di questo Paese dell’Africa nord-occidentale, con un clima secco e polveroso, essere grasse è una conquista dal momento che gli uomini le amano così. Per raggiungere quei standard sociali le bambine di cinque anni sono alimentate forzatamente fin dalla tenera età così da aumentare la loro possibilità di sposarsi attraverso una pratica nota come leblouh.

Nella maggior parte dei Paesi del mondo, il sovrappeso è considerato un problema grave in quanto porta a problemi di salute sia mentali che fisici ma in Mauritania non lo è. Nel Paese, in gran parte deserto, essere grassi è ciò che rende letteralmente una donna ‘calda’ così da diventare attraente e potenzialmente da sposare. Tuttavia, ciò ha portato a una situazione in cui le bambine sono alimentate forzatamente per ingrassare. Perciò, tale pratica è spesso condannata perché mina i bambini e i loro diritti.

In un Paese dell'Africa le bambine devono consumare 9mila calorie al giorno per diventare grasse

Questa pratica è profondamente radicata dal momento che, anche tra i bambini, ha una popolarità indiscussa e alcuni di loro non vedono persino l’ora che arrivi la stagione dell’alimentazione. Ad esempio, una ragazzina in procinto di essere alimentata forzatamente ha condiviso questo messaggio: “Voglio essere grassa, non voglio essere magra…. Quando sarò grasso sarò carina”.

Durante una sessione di leblouh, catturata da una macchina fotografica, una bambina comincia con il bere un litro di latte di cammello zuccherato, seguito da porridge e da un altro pasto per cui ci sono volute due ore per finirlo. La colazione da 3mila calorie, che equivale a 10 hamburger, dimostra quanto brutale sia questa pratiche per le bambine.

In un Paese dell'Africa le bambine devono consumare 9mila calorie al giorno per diventare grasse

Ma del fatto che sia doloroso per i bambini non si preoccupa nessuno in quanto la pratica è considerata parte integrante della cultura del posto. Per le madri, l’alimentazione forzata è positiva perché le ragazze grasse hanno così buone possibilità di avere pretendenti benestanti. Tuttavia, cresce sempre di più il numero delle donne in Mauritania con problemi di salute e con la cistifellea rimossa a causa del colesterolo in eccesso.