Incinta all’ottavo mese uccisa dalla vicina che le taglia la pancia e ruba il bambino

Incinta all'ottavo mese di gravidanza, una 22enne viene aggredita da una vicina che le taglia la pancia e le ruba il bambino.

Home > Attualità > Incinta all’ottavo mese uccisa dalla vicina che le taglia la pancia e ruba il bambino

Una storia che ha dell’incredibile, che arriva direttamente dagli Stati Uniti e che ha come protagonista una donna di soli 22 anni. Purtroppo questa giovane donna, incinta all’ottavo mese di gravidanza, è morta per mano della sua vicina di casa, che non soltanto l’ha uccisa, ma le ha anche tagliato la pancia e rubato il bambino che portava in grembo. Questo episodio macabro e per certi versi surreale è avvenuto qualche giorno fa. Si chiamava Savannah Greywind, aveva 22 anni, era una giovanissima infermiera e tra un mese circa sarebbe diventata mamma, ma purtroppo è stata vittima della sua vicina di casa o meglio della follia della donna che l’ha avvicinata con la scusa di voler aiuto nel cucire un vestito.

La 22enne, un’infermiera giovanissima che viveva nel Nord Dakota, è stata avvicinata dalla sua vicina, una 36enne di nome Broke Crews, con la scusa di voler dell’aiuto nel cucire un abito. Purtroppo si trattava di una trappola, perché l’intento della donna era semplicemente quello di uccidere la 22enne e rubarle il bambino che portava in grembo.

L’infermiera pensava di andare a fare un piacere alla sua vicina di casa, ignara di cosa invece lei aveva in serbo, un piano diabolico. Infatti, ad un certo punto la 36enne avrebbe messo in atto il piano ideato a parecchio tempo. Così, la donna frustata dal fatto di non riuscire a rimanere incinta, ha iniziato a litigare con la 22enne in modo pretestuoso, poi l’ha spinta a terra ed in seguito alla caduta, Savannah è svenuta.

La 36enne a questo punto è intervenuta, effettuando un taglio sulla pancia della 22enne e prendendo il piccolo. La 36enne dopo ciò non ha chiamato i soccorsi ed ha lasciato letteralmente morire sul pavimento di casa sua la giovane donna. A lanciare l’allarme è stato il compagno della 22enne, Ashton Matheny, il quale non vedendo rientrare la moglie ha deciso di allertare i soccorsi.Il bambino fortunatamente è sopravvissuto ed è stato affidato al padre.