inps

Inps segnala la truffa del falso sms per il bonus da 600 euro, è malware

Inps lancia l'allarme avvisando gli utenti della truffa del falso sms inoltrato per il bonus da 600 euro: "Non aprite, è un malware"

Inps lancia l’allarme: molte persone hanno ricevuto un sms che li avvisa di dover aggiornare i loro dati sul sito dell’Istituto, per accedere al bonus di 600 euro. Si tratta, però, di una truffa, l’ennesimo tentativo di phishing che i malintenzionati usano per cercare di ottenere i nostri dati sensibili.

Sono partite le richieste per il Bonus di 600 euro e, con loro, anche le truffe. Una di queste è stata prontamente segnalata dall’INPS il 6 aprile 2020, con un comunicato stampa. Ecco cosa hanno scritto i vertici dell’INPS:

“Segnalazione di tentata truffa tramite phishing. L’Inps informa i propri utenti che in queste ore è partita una campagna di malware attraverso l’invio di SMS che invitano a cliccare su un link per aggiornare la propria domanda COVID-19 e inducono ad installare una APP malevola. A riguardo, si informa che tali SMS non sono inviati dall’Inps. Eventuali SMS che l’Istituto dovesse inviare non conterranno link a siti web. L’unico accesso ai servizi Inps è dal sito istituzionale www.inps.it”.

Ma di cosa si tratta esattamente? Si tratta di un tentativo di phishing via Sms. Il messaggio arriva sui cellulari delle persone e ha il seguente testo:

“A seguito della sua richiesta accredito domanda COVID-19. Aggiorna i tuoi dati nel inps-informa.online”.

sms-falso

Una truffa che trae in inganno tantissime persone. In molti hanno fatto la richiesta per il bonus di 600 euro e sono in attesa della comunicazione da parte dell’Istituto. Ricevendo un simile messaggio, tante persone sono tentate a cliccare sul link allegato.

inps

Purtroppo, però, quel link porta a un sito simile a quello dell’Inps dove il malcapitato viene invitato ad inserire i suoi dati per confermare la sua richiesta.

comunicato stampa

Purtroppo, troppe persone sono state già ingannate e hanno fornito i loro dati sensibili, installando sul cellulare un’app malevola.

L’Inps ricorda ai suoi utenti che l’unico modo per accedere ai loro servizi è cercando su google il sito ufficiale inps.it e ha sottolineato che, qualora inviasse messaggi sul cellulare degli utenti, non inserirebbe nessun link a siti web.

Aurelio Andreazzoli, allenatore dell'Empoli, a lutto per la morte del fratello Alberto

Aurelio Andreazzoli, allenatore dell'Empoli, a lutto per la morte del fratello Alberto

Lutto nel giornalismo, Maria Cristina Ruini si è spenta a 52 anni

Lutto nel giornalismo, Maria Cristina Ruini si è spenta a 52 anni

Napoli, Alessandra De Rosa non ce l'ha fatta: si è spenta a 31 anni dopo aver contratto il Covid in gravidanza

Napoli, Alessandra De Rosa non ce l'ha fatta: si è spenta a 31 anni dopo aver contratto il Covid in gravidanza

Lutto nel mondo del calcio: Simone Perisan è morto a soli 39 anni

Lutto nel mondo del calcio: Simone Perisan è morto a soli 39 anni

Denise Pipitone: la paura di Piera Maggio su cosa accadrà

Denise Pipitone: la paura di Piera Maggio su cosa accadrà

Paura a Treviglio, due bambini rimasti intrappolati sul balcone: erano soli in casa

Paura a Treviglio, due bambini rimasti intrappolati sul balcone: erano soli in casa

Omicidio Willy, le parole di Mario Pincarelli dal carcere: "Sono a posto con la coscienza"

Omicidio Willy, le parole di Mario Pincarelli dal carcere: "Sono a posto con la coscienza"