Jessica Valentina Faoro, ultime notizie

Home > Attualità > Jessica Valentina Faoro, ultime notizie

Avete sicuramente sentito tutti dell’omicidio della bella Jessica Valentina Faoro, la diciannovenne accoltellata barbaramente dal trentanovenne Alessandro Garlaschi, nel suo appartamento di via Brioschi 93, situato nella periferia Sud di Milano. Ci sono alcune novità sulla vicenda e noi vogliamo raccontarvelo. Ma prima vi invitiamo a guardare il video girato nel momento dell’arresto dell’uomo che ha spezzato la vita di Jessica.

Cosa sappiamo di lei? Che era una bellissima ragazza, che amava gli animali e che cercava di ricostruirsi una vita dopo essere stata tante volte delusa dalle persone a lei più care. Sì, perché Jessica Valentina non aveva avuto una vita facile. Suo padre, intervistato, ha raccontato chi era Jessica e come aveva vissuto i suoi primi 19 anni. Figlia di genitori separati, era stata seguita, insieme al fratello, da piccola dai servizi sociali. Era stata affidata a varie famiglie ed era finita in comunità. Spesso scappava da questi posti e si metteva nei guai. Si era fidanzata con un ragazzo che aveva avuto dei problemi con la giustizia e che era finito in carcere. Era solo un’adolescente quando rimase incinta e partorì una figlia che i servizi sociali diedero in adozione. Jessica cercava disperatamente di ricominciare. Ultimamente, era stata ospite a casa di un amica con la quale poi aveva litigato. Aveva trovato l’annuncio di Alessandro Garlaschi e aveva visto in quel “posto letto a un prezzo conveniente” la sua salvezza. Ma chi era Alessandro Garlaschi? L’uomo lavorava come tranviere della Atm dal 2004. Aveva una doppi personalità ed era persona ambigua e piena di segreti. L’uomo viveva in quella casa di via Brioschi con la moglie e Jessica Valentina non era la prima ragazza che ospitavano. Tutte le altre, però, se n’erano andate, per colpa del comportamento dell’uomo. Offriva a queste ragazze qualche sconto Atm e comprava loro degli occhiali. Cercava di soddisfare così le sue pulsioni e spesso riusciva a rubare a queste giovanissime ragazze qualche scatto in biancheria intima che mostrava con orgoglio ai colleghi.

L’uomo era iscritto (come Veronica E., il nome di sua moglie) su alcuni siti dove vendeva perizomi di pelle, intimo da donna, frustini… aveva una personalità infantile e contorta. Il primo di febbraio Jessica Valentina aveva chiamato i carabinieri affermando che l’uomo le aveva messo le mani addosso nel sonno.

Lui le aveva detto che la donna con la quale divideva l’appartamento era sua sorella e non sua moglie. Jessica aveva intuito che c’era qualcosa di strano nel loro rapporto ma non aveva molti posti dove andare e tutto si era concluso con un nulla di fatto. Nella notte prima dell’omicidio la moglie dell’uomo non era a casa: era andata a dormire da sua madre, mandata proprio da Garlaschi. La donna, interrogata dai carabinieri, ha detto “Ci volevamo bene ma diciamo che non riuscivo a seguirlo, sotto certi punti di vista”.

La dinamica dei fatti. Non abbiamo dati certi sulla dinamica dei fatti accaduti quella notte nell’appartamento di via Brioschi. Sappiamo, però, che Garlaschi avrebbe dovuto andare al lavoro e che aveva chiamato l’azienda dicendo di non stare bene.

A quell’ora Jessica era già morta (sembra che l’avrebbe accoltellata poche ore dopo la mezzanotte) e lui aveva bisogno di tempo per sbarazzarsi del cadavere. Ha provato a bruciare il corpo con l’alcol e ad infilarlo in un borsone. Alla vine, verso le 11 ha deciso di chiamare i carabinieri dicendo che a casa sua c’era una ragazza ferita.

Arrivati sul posto i militari hanno trovato una scena raccapricciante. L’uomo è stato arrestato e portato in caserma dove sembra aver fatto parziale confessione. Ci sono indagini in corso fatte dagli investigatori della Squadra Mobile, coordinati dal pm Cristina Roveda… ma quello che si sa è che Jessica Valentina è stata accoltellata varie volte e che Garlaschi dichiara che ha dovuto farlo per difendersi. L’uomo insiste sul fatto che ad attaccare è stata lei e che lui non ha fatto altro che rigirare il coltello.

Noi aspettiamo per sapere come si concluderà questa triste vicenda. Quello che sappiamo con certezza è che una bellissima ragazza che amava gli animali e la musica adesso non c’è più per aver detto NO al suo aguzzino.