Kayle si strappa gli occhi

Kayle ha scioccato migliaia di persone, quando in una strada pubblica è stata scoperta mentre si strappava gli occhi. Rimasta cieca, a distanza di un anno decide di raccontare perché lo ha fatto, sperando che la sua storia possa aiutare altre persone.

Home > Attualità > Kayle si strappa gli occhi

Si chiama Kaylee Muthart e di recente ha scosso la società americana nella strada pubblica in South Carolina quando è stato sorpresa mentre si strappava gli occhi in una manifestazione di delirio. Sulla scia di un evento sfortunato, Kaylee ha deciso di raccontare la sua storia descrivendo la sua evoluzione nel mondo oscuro delle sostanze proibite.

E ora Kaylee stessa ha raccontato alla stampa come si è evoluta da studente esemplare che occasionalmente fumava marijuana a consumatrice di estasi e metamfetamina. Tutto è iniziato la scorsa estate, quando ha accidentalmente fumato marijuana mescolata con un narcotico che lei pensava potesse essere cocaina o metanfetamina. Come risultato di questo evento, cominciò il consumo sempre più regolare della miscela di sostanze, sostenendo che le sensazioni che le producevano erano assolutamente indescrivibili, che vanno da un benessere quasi celestiale a un’emozione mai sperimentata prima. Questa situazione portò via la relazione che Kaylee aveva con il suo fidanzato perché, a causa del consumo sempre più frequente di sostanze, il comportamento della ragazza divenne più irascibile e conflittuale, per cui la rottura era inevitabile. Dopo quell’evento, la situazione di consumo peggiorò e inoltre alla giovane donna fu diagnosticato un disturbo bipolare, che finì per immergerla nel totale consumo di metanfetamine, questa volta mescolata con l’ecstasy. In concomitanza con l’era in cui cominciò a fumare l’estasi, Kaylee iniziò lo studio delle Sacre Scritture. Mentre progrediva negli studi biblici, aumentò anche il consumo di metamfetamina e i risultati furono immediati.


Nell’agosto dell’anno scorso, sotto l’influenza di una grave ebbrezza, la giovane donna decise di sacrificare qualcosa di grande valore , secondo le sue parole, “per salvare l’umanità”. In questo modo si strappò gli occhi per  strada, cercando di avvicinarsi a Dio. Attualmente la ragazza è completamente cieca; tuttavia, dice che si sente felice .

Nonostante sia cieca, Muthart indica che è “più felice ora di quanto non fosse prima che accadesse tutto questo”, poiché è stata in grado di fuggire dall’inferno in cui le droghe avevano trasformato la sua esistenza.

Preferisco essere cieca piuttosto che dipendere dalle droghe. Mi ci è voluto molto tempo e perdere la vista, per tornare sulla giusta strada, ma dal profondo del mio cuore sono molto felice di essere qui “, conclude.

Kaylee è un chiaro esempio di quanto siano pericolosi i farmaci e di come gradualmente consumano la mente delle persone.

Condividi questa storia in modo che più persone si rendano conto di questo.