La barba maschile è sinonimo di germi

Gli uomini con la barba nascondono più microbi dei cani.

Home > Attualità > La barba maschile è sinonimo di germi

Moltissime donne trovano la barba maschile sexy. Per molte donne la barba “dà punti in più” a un uomo. Specialmente una barba folta e ben curata cattura l’attenzione femminile.

Ma sembra esserci un grosso problema legato all’igiene dei peli facciali. Secondo una ricerca ci sarebbero più germi nascosti nella barba maschile che tra i peli di un cane. La clinica svizzera “Hirslanden” ha condotto uno studio dove sono state analizzate le barbe di 18 uomini dai 18 ai 76 anni e il pelo (del collo, a voler essere precisi) canino di 30 cani. Il carico di batteri trovati nelle barbe maschili era decisamente più alto di quello trovato nella pelliccia dei cani.

Può sembrare incredibile ma è andata così. A condurre lo studio c’era il professor Andreas Gutzeit, che ha dichiarato: “In base a questi risultati possiamo affermare che i cani sono più puliti degli uomini barbuti”. Per chi non lo sapesse esiste anche un “Beard Liberation Front”, ovvero un Fronte di Liberazione per la Barba. Il suo fondatore si chiama Keith Flett ed è stato immediatamente raggiunto da alcuni tabloid britannici dopo che era stata resa pubblica la notizia della scarsa igiene relativa alla barba maschile. Flett ha detto una cosa oggettivamente vera: la sporcizia è ovunque, anche in molte altre parti del corpo umano: “Se analizziamo i capelli o le mani della gente penso che troveremmo molte cose spiacevoli”.

Inoltre il sostenitore delle barbe libere afferma che studi del genere alimentano quella fobia poco diffusa e poco conosciuta – ma esistente – che si chiama pogonofobia, ovvero la paura della barba. A cosa porteranno i risultati di questo studio? A un ritorno delle facce lisce? Molte donne sperano vivamente di no. Sul viso di certi uomini la barba sta davvero bene. Basta solo un po’ più di attenzione all’igiene personale e, ne siamo sicuri, i germi diminuiranno.