La bimba scappa dal suo matrimonio

Molte ragazze sono ancora costrette a sposarsi in alcuni paesi. Una barbaria che comporta terribili conseguenze che, nella maggior parte dei casi, non conosciamo perché le famiglie stesse sono complici di questo crimine. Una delle sue vittime, Nada Al-Ahdal, è riuscita a fuggire e ora vuole raccontare la sua esperienza e diffondere un messaggio in tutto il mondo.



ACQUISTA QUI TAPPETINO REFRIGERANTE

ACQUISTA QUI TAPPETINO REFRIGERANTE

Nada Al-Ahdal aveva 10 anni quando cercarono di farla sposare con un uomo di 26 anni. I suoi genitori avevano pagato 2000 dollari alla famiglia dello sposo come dote. La ragazza racconta in un’intervista con MEMRI TV : “I miei genitori mi hanno detto che mi avrebbero comprato un vestito nuovo, che era un gioco. Ma non era un gioco. Mi trasformarono in una serva. Mettono un carico sulle tue spalle, più grande di quanto tu possa sopportare.” Una settimana prima del matrimonio, Nada fuggì. Riuscì a volare dove viveva suo zio. La ragazza visse due anni con suo zio, Abd Al-salam, e trascorreva le estati con lui. Secondo il racconto di Abd, grazie al tempo trascorso con lui, è riuscita ad avere un istruzione e questa educazione non si persa nel nulla. La ragazza riuscì a dire di no e sfuggire alla tortura che l’aspettava. Non è stato così per le sue sorelle, che sono state sposate già da molto giovani. Nada spiega molto chiaramente perché è fuggita: “Sono fuggita dal matrimonio e dall’ignoranza per continuare i miei studi. Non solo sono scappata perché volevano sposarmi, anche perché volevo studiare.” Quando viene chiesto dal presentatore del programma se qualcuno l’ha incoraggiata a fuggire, non esita un momento:

Nada2

“No. Mi sono detta che avrei chiamato mio zio e se non mi avesse aiutato, avrei chiamato qualcun altro e se così non fosse stato, sarebbe stata la fine della mia vita “. E ha detto alla sua famiglia:”Sposatemi e mi ucciderò”. La sua zia materna aveva fatto così. Si era cosparsa di benzina perché non riusciva a sopportare le percosse con catene di metallo che suo marito le infliggeva.

NADA1

Nada è sfuggita e ora ha il sostegno di suo zio e di tutta la stampa a suo favore. Ma molte altre ragazze non hanno avuto la fortuna di avere qualcuno che le aiutasse a fuggire. Ecco perché la coraggiosa Nada vuole mandare un messaggio importante a tutto il mondo arabo: “Nessuno rispetta l’innocenza e l’infanzia? Molte ragazze non possono scappare, come ho fatto io, e finiscono per commettere grandi follie. Molte decidono di gettarsi in mare, ora sono morte. Non dovrebbe essere normale nella vita di una bambina innocente. ”

spose

E finisce per dire quale sia il grande desiderio di MEMRI TV : “Vorrei creare un’organizzazione per proteggere i bambini, non solo dal matrimonio”. Nel seguente video puoi vedere uno dei suoi messaggi. È incredibile quanto sia coraggiosa questa ragazza, la sua testimonianza è agghiacciante: