La donna soprannominata da molti Mamma Leonessa

Oggi vi raccontiamo la storia di una donna soprannominata da molti Mamma Leonessa. Una donna che per difendere sua figlia si è fatta giustizia da sola.

Home > Attualità > La donna soprannominata da molti Mamma Leonessa

Oggi vi parliamo della particolare storia di una donna che da molti è stata soprannominata Mamma Leonessa. Una donna che, di fronte alla crudeltà e alla barbarie di alcuni uomini, ha deciso di farsi giustizia da sola.

La-mamma-leonessa-e-la-sua-storia

Una storia questa che fin dal primo momento ha diviso gli utenti dei social in due categorie distinti: Coloro che si sono schierati dalla parte della donna, definendola una leonessa, e coloro che hanno invece attaccato il suo modo di agire.

Siamo in Sud Africa e la protagonista di questa vicenda è una donna di 57 anni. Una madre prima di tutto, che si è trovata costretta a scegliere tra il bene di sua figlia e la giustizia. E che ha scelto il bene della figlia.

La storia inizia quando la donna, che si trovava nella propria abitazione, viene avvisata da un amico che la figlia è stata portata via da 3 uomini. Attimi di panico e momenti di terrore per la mamma, che in un primo momento ha deciso di chiamare le forze dell’ordine.

Dopo molti tentativi a vuoto, però, la donna ha capito che non c’era più tempo da perdere. Si è armata di un coltello da cucina e ha raggiunto l’abitazione presso cui avevano visto entrare i tre uomini e la figlia.

La-mamma-leonessa-ha-difeso-sua-figlia

Una volta dentro, la scena è stata drammatica. Sua figlia stava infatti subendo una violenza sessuale da parte dei 3 uomini. E così, la mamma non ci ha pensato due volte. Si è scagliata con il suo coltello su tutti e tre gli uomini, riuscendo a liberare la sua bambina.

La-storia-della-mamma-leonessa

Il bilancio è stato drammatico: Un morto e due feriti. La storia ha fatto immediatamente il giro del web, dividendo gli utenti in due schieramenti opposti. C’è stato chi ha accusato la donna di essersi fatta giustizia da sola, condannando il suo comportamento. Al contrario, invece, c’è stato chi ha ammirato il coraggio della donna, definendola Mamma Leonessa.

Nel frattempo, i due sopravvissuti hanno subito il processo. Il giudice li ha stabiliti colpevoli, condannandoli a scontare 30 anni di carcere. E voi che ne pensate? Siete dalla parte della Mamma Leonessa?