La strano messaggio divenuto virale

Polizia vedono una macchina parcheggiata in doppia fila nel cuore della notte. Si avvicinano per fare il loro lavoro e chiamare il carroattrezzi quando vedono una foglio appoggiato al parabrezza. Quando leggono quello che c'è scritto non possono fare a meno di scoppiare a ridere e annullare tutte le procedure.

Sicuramente abbiamo vissuto tutti un momento urgente a causa dell’imperativo bisogno di andare in bagno. Sono davvero momenti che diventano eterni ed è più complicato quando siamo vicini a casa. Cosa faresti se proprio quando sei di fronte a casa non trovi un posto per parcheggiare l’auto e scendi rapidamente per andare in bagno? Senza dubbio è una situazione molto disperata.

Questo è quello che è successo al protagonista di questa storia che dopo una grande festa e dopo più di 40 minuti alla ricerca di un posto dove parcheggiare non poteva più trattenersi. Questo è un giovane di Cadice che stava girando per le strade della sua residenza cercando di trovare dove lasciare il suo veicolo.

Aveva bisogno di un posto per parcheggiare senza correre il rischio di ricevere una multa o che gli venisse portata via la macchina dalla gru della polizia, tutto è successo con l’urgenza di andare in bagno. Nel mezzo della disperazione e della frustrazione, questo giovane ha deciso di scrivere una nota per far sapere alla polizia perché aveva lasciato la macchina parcheggiata male.

Questa nota è diventata virale con migliaia di reazioni degli utenti che si sono riconosciuti in questa situazione. “Sono le 12:03 di notte, cerco parcheggio da 40 minuti e non riesco a trovare nulla. Sto scoppiando per andare in bagno e non ce la faccio più. Per favore, non portatemi via la macchina, lo riprendo domani alle 6:30 del mattino.”

Quella era la nota occasionale ed esplicita che il giovane Cadice lasciò per chiedere un po’ di comprensione alla polizia dopo essere stato costretto a parcheggiare in doppia fila per correre fino al bagno di casa sua. Questo giovane ha detto di aver incontrato alcuni amici quel giorno per mangiare e guardare una partita di Rayo Vallecano-Cádiz.

“E se il prosciutto, e se il formaggio, e se la lombata di salsiccia e per completare, come se non avessimo mangiato, abbiamo ordinato delle pizze. Il gioco finì, andai a casa mia e, di ritorno, mi venne voglia di andare in bagno, girovagavo in cerca di un parcheggio. Stavo girando da 40 minuti, ho davvero rovinato tutto.”

Approfittando della fama che il suo appunto ha avuto sulle reti, il giovane ha chiesto l’implementazione di una “zona marrone” per i conducenti che hanno l’urgente necessità di andare in bagno.

Non sappiamo se i responsabili della pianificazione e dello sviluppo urbano considerino la proposta, ma quello che sappiamo è che questa necessità è anche un’emergenza, o no?

Coppia si trasferisce nella casa dei nonni e trovano un tesoro nascosto

Aifa ritira farmaco per l’anemia: i lotti interessati

Nubifragio ad Altamura: crolla un muro e si allagano le strade

Torino, Claudio Baima Poma uccide il figlio di 11 anni e poi si toglie la vita

Anziano viveva in condizioni terribili: è stato adottato dai suoi vicini

Alex Zanardi: aggiornamento sulle condizioni dell'atleta paralimpico

Morte Viviana Parisi, parla l'avvocato Claudio Mondello: "Non si è suicidata"