La temperatura di quel giorno scese a 4 gradi Celsius, ma nulla gli impediva di continuare a studiare

La temperatura di quel giorno scese a 4 gradi Celsius, ma nulla gli impediva di continuare a studiare. Deve farlo per strada per poter stare accanto ai suoi genitori... ecco la storia del piccolo Angelo

Home > Attualità > La temperatura di quel giorno scese a 4 gradi Celsius, ma nulla gli impediva di continuare a studiare

Angelo Barreda, 12 anni, quando esce da scuola, aspetta i suoi genitori che lavorano come venditori ambulanti in via San Martín, nella città di Córdoba, in Argentina. Nonostante il rumore e il grande afflusso di persone, studia in una zona vicina con l’aiuto di una scrivania improvvisata.

Eugenia López, un’impiegata di una vicina caffetteria, fece una foto al ragazzo con il suo cellulare, ammirando la capacità di Angelo di concentrarsi in tali condizioni avverse per studiare. Si stava preparando per un esame di inglese, studiando alla IPEC 57 Technical School. Da quando l’immagine di Angelo si è diffusa sulle reti, ha generato migliaia di reazioni da parte degli utenti che hanno ammirato la sua perseveranza e che erano interessati a offrire aiuto.

I genitori del bambino, Analía e Rafael lavorano tra le dieci e le dodici ore al giorno come venditori ambulanti in un umile negozio dove offrono calze e biancheria intima. Ogni pomeriggio, quando Angelo lascia la lezione, si reca nel posto in cui lavorano i suoi genitori e si siede in una pentola per improvvisare una scrivania dove fa i compiti.

“Nel test di inglese mi sono sbagliato su una cosa … ma ho preso un 9.5. Mi hanno chiesto il nome di nazionalità, mesi, giorni e stagioni. Ne è valsa la pena …anche se faceva un po’ freddo “, ha detto Angelo. La temperatura di quel giorno scese a 4 gradi Celsius, ma nulla gli impediva di continuare a studiare molto concentrato ripetendo ad alta voce il nome delle stagioni.

“Non è comodissimo studiare per strada, ma ho una casa e vado a scuola, non mi manca nulla … E capisco che, se voglio studiare, la strada è l’unico posto perché i miei genitori ci lavorano tutto il giorno. Quindi, preferisco non perdere tempo”, ha detto. Nonostante la sua giovane età, denota molta maturità quando parla e fissa le sue priorità.

“Ho molto spazio per tutto ciò che è tecnico, mi piacciono le automobili, riconosco ciascuna delle sue parti e voglio specializzarmi in questo. Inoltre, a casa, faccio accordi di saldatura, ho imparato anche se a mio padre non piace molto. Ma mi dà il permesso quando è al mio fianco ”, ha detto Angelo.

Analía, 41 anni, è entusiasta di parlare della foto di Angelo che si è diffusa massicciamente sulle reti. Si sente molto soddisfatta ed esprime la sua ammirazione per suo figlio . “Cosa posso dire di mio figlio! Sono orgogliosa di come è , dei suoi sforzi per migliorare e rivendicare i suoi genitori che non hanno studiato”, ha detto la madre, che ha anche una figlia di 9 anni di nome Melanie.

Ha detto che il giorno in cui il ragazzo si stava preparando per l’esame di inglese, gli ha raccomandato di studiare in un bar vicino perché faceva molto freddo, ma voleva stare vicino a loro, vederli e parlarli. “Studia spesso in strada, dice che è meglio che farlo di notte quando torna a casa, perché è molto stanco”, ha detto la madre. Analía e suo marito preferiscono che i loro figli li accompagnino mentre lavorano, invece di stare da soli a casa.

Eugenia, che ha scattato e pubblicato la foto di Angelo, non immaginava l’impatto che avrebbe avuto. “L’ho scattata per mostrarla alle mie figlie, che grazie a Dio e ai nostri sforzi possono svolgere i loro compiti comodi e caldi all’interno della casa. Quando l’ho visto ho pensato che sempre, sempre, sempre volere è potere. ”

Eugenia è stata la protagonista di un altro caso virale, nel settembre dello scorso anno ha ricevuto il curriculum di un giovane che lo ha scritto a mano perché non aveva soldi per stamparlo. Nonostante avesse molto lavoro, lo assistette e, dopo aver pubblicato la foto sulle sue reti, Carlos Duarte, 21 anni, trovò lavoro in una fabbrica di vetro dove continua a lavorare ed è stato persino promosso.

È una madre single, lotta per far avanzare le sue figlie e scherzosamente ha detto che spera che un principe azzurro la salvi. La storia di Angelo è diventata una lezione per il mondo, non ci sono davvero scuse quando si ha la volontà di realizzare un sogno.

Bigodino.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI