La tomba del non defunto

Erano mesi che non riceveva più chiamate né da amici né da parenti. La sua vita sociale era improvvisamente sfumata, qualcosa non quadrava. Tutto è venuto alla luce quando facendo un giro al cimitero ha trovato qualcosa che lo ha lasciato impietrito

Home > Attualità > La tomba del non defunto

Alan Hattel ha 75 anni, da Tayside, in Scozia, è un saldatore in pensione,ed è il protagonista di un caso che sta suscitando scalpore. Tutti hanno pensato che fosse morto. Il suo telefono non squillava da mesi ed è per questo che hanno pensato fosse morto. È stato sorpreso di trovare la sua tomba e questo ha generato gravi incomprensioni.

“La gente pensa che io sia morto”, ha detto Alan, affermando che per un periodo di quattro mesi non ha ricevuto alcuna chiamata, e nessuno ha provato a contattarlo. Lui però, ha già scoperto il vero motivo. C’era una pietra tombale nel luogo in cui si presume che il suo corpo riposi.

“Sono ancora vivo. Non voglio nemmeno essere sepolto, ho intenzione di essere cremato quando muoio ”, ha detto Alan durante un’intervista.

Percepì che stava accadendo qualcosa di strano, poiché non una sola persona tra i suoi conoscenti lo chiamò. La sua vita sociale era inesistente, e da mesi, tutti pensavano che avesse lasciato questa vita terrena. Alan ha trovato la sua pietra tombale nel cimitero di Newmonthill a Forfar. La struttura è stata realizzata a sua insaputa. Fu preso alla sprovvista nel vedere la sua presunta tomba. Dopo la sconvolgente scoperta ha voluto pronunciarsi per chiarire le cose, e far sapere a tutti che è ancora vivo. Ha detto di aver chiesto ai funzionari del Consiglio Angus, di mettere un coperchio sulla lapide che porta il suo nome per evitare disguidi vari.

Alan incolpa la sua ex moglie, da cui ha divorziato 26 anni fa, dell’apparizione della pietra tombale. Alan ha lavorato come saldatore per 37 anni, prima di ritirarsi. Afferma che il suo ex socio ha acquisito il terreno del cimitero e la lapide, con l’intenzione di farli seppellire insieme nello stesso posto. In effetti, la pietra tombale non ha solo i dati di Alan, ma anche quelli dell’ex moglie.

” Non ho mai detto che volevo essere seppellito con la mia ex moglie “, ha detto Alan.

“Scoprire che hai una lapide nel cimitero mentre sei ancora vivo non è qualcosa che accade ogni giorno “, ha detto Alan.

La coppia, che ha avuto due figli, non ha mantenuto una relazione amichevole . Questo è il motivo per cui Alan pensa che l’idea di volere che i loro corpi siano seppelliti nello stesso luogo, sembra così insolita.

Il caso ha suscitato scalpore in rete, sebbene un membro della famiglia Hattel, abbia affermato che si trattava di una questione familiare che avrebbe dovuto essere risolta privatamente. Le autorità responsabili del cimitero, prima della richiesta di Alan, hanno affermato di non poter divulgare informazioni sulla persona che ha acquistato la lapide, a causa delle loro politiche di riservatezza.

Bigodino.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI