L’Aquila: bimbo chiuso in una cassaforte

L'Aquila: bimbo chiuso in una cassaforte in disuso ha paura; i vigili del fuoco improvvisano una recita; ecco com'è finita la storia.

Home > Attualità > L’Aquila: bimbo chiuso in una cassaforte

L’Aquila: bimbo chiuso in una cassaforte inizia ad agitarsi per la paura e i soccorritori decidono di improvvisarsi attori per tranquillizzarlo. È accaduto a Sant’Eusanio Forconese (L’Aquila) dove un bambino di 10 anni è rimasto chiuso all’interno di una vecchia cassaforte, ormai in disuso. Ecco il racconto dei testimoni oculari.

laquila-bimbo-chiuso-in-una-cassaforte

Siamo a Sant’Eusanio Forconese, in provincia dell’Aquila dove ieri nel tardo pomeriggio è accaduto un fatto che ha tenuto tutti gli abitanti con il fiato sospeso. Un gruppo di ragazzi stavano giocando a biliardino. Uno di loro, un ragazzo di 10 anni, forse per cercare una pallina, si è allontanato di poco dai suoi compagni. Ha trovato una vecchia cassaforte in disuso e ha deciso di infilarsi dentro.

santeusanio-forconese

Non sappiamo ancora se è stato lui a chiudere la porta della cassaforte o qualche suo amichetto ha voluto fargli uno scherzo… sappiamo solo che la porta si è chiusa e lui è rimasto bloccato all’interno. Ha iniziato ad urlare, allertando i compagni. Ma nessuno di loro conosceva la combinazione che avrebbe dovuto aprire la cassaforte. I ragazzi hanno subito chiesto l’aiuto dei genitori che hanno chiamato i Vigili Del Fuoco.

sant-eusanio-forconese

Ma il ragazzo all’interno della cassaforte stava iniziando a spaventarsi… lo spazio chiuso, il buio, la mancanza di aria hanno fatto salire la sua ansia alle stelle. Per tranquillizzarlo, i vigili del fuoco, insieme ai suoi amici e ai genitori accorsi sul posto subito, hanno iniziato ad improvvisare una scenetta:

“Stai tranquillo ti abbiamo fatto uno scherzo di Carnevale, ci sei cascato, ora ti liberiamo” gli hanno detto, facendogli credere di essere tutti già organizzato prima. Per liberarlo c’è voluta un’ora. I 5 vigili del fuoco hanno usato attrezzature speciali per tagliare e forzare la porta blindata senza fare del male al bambino. Un lavoro di squadra straordinario che ha permesso al ragazzo di riabbracciare i suoi genitori non molto dopo. Era scosso ma stava bene…

vigili-del-fuoco

Un ringraziamento speciale va ai vigili del fuoco che hanno reso possibile tutto questo.

Ecco alcune immagini di Sant’Eusanio Forconese, per chi non conoscesse questo pittoresco paese aquilano.