lascia moglie e un bambino piccolo

Viene rapinato nella sua pizzeria e perde la vita per colpa dell'anello nuziale, lascia moglie e un bambino piccolo. Ecco cosa è successo

Adrián Albanese ha perso la vita nelle prime ore di domenica quando ha chiuso la pizzeria acquistata due anni fa a Banfield, una città di Buenos Aires, la capitale argentina. L’uomo di 40 anni ha subito una rapina alla quale non ha fatto resistenza, ha consegnato tutto ciò che gli era stato chiesto, ma era difficile per lui togliersi l’anello nuziale.

Di fronte a questa difficoltà, coloro che intendevano spogliarlo di denaro e gioielli agirono contro di lui senza dargli la possibilità di sopravvivere. Le persone responsabili dell’evento erano tre, avevano il volto coperto, hanno chiesto tutto il denaro guadagnato in quel giorno e, inoltre, volevano la fedina nuziale. Veronica, la moglie di Adrian, è devastata, lasciata sola con il suo bambino di quattro mesi. Non c’è nulla che possa confortare il suo immenso dolore. Dallo sfortunato evento che ha causato confusione in Argentina, ha offerto dichiarazioni ai media. “Tutto è stato rubato, le nostre illusioni sono state rubate, la vita di Adrian è stata rubata”, ha detto mentre piangeva. Ha sottolineato che suo marito ha consegnato tutti i soldi nella scatola e non ha mai posto resistenza. Hanno semplicemente deciso di distruggere la sua vita quando stava cercando di togliersi l’anello. “Voglio che sia fatta giustizia perché mi hanno rovinato la vita. Mio figlio crescerà senza suo padre “, ha lamentato Veronica. I soggetti che hanno fatto irruzione nella pizzeria situata in Avenida Alsina e Peña, hanno anche derubato altri due negozi quella notte. Nonostante la recidiva, il Centro di monitoraggio locale non ha emesso alcun avvertimento.

“Questo avrebbe potuto essere evitato ” , ha detto Veronica. Afferma che le azioni delle autorità di polizia che dovrebbero garantire la sicurezza dei cittadini non erano delle migliori. Alla fine, i responsabili del fatto avevano i loro volti coperti e, sebbene esistessero telecamere di sicurezza, non possono essere identificati.

Prima di avvicinarsi ad Adrián, i tre soggetti si sono rivolti a un gruppo di clienti che stavano aspettando il loro ordine chiedendo loro di consegnare le loro cose di valore, quindi sono andati direttamente al luogo in cui era il proprietario a cui hanno richiesto i soldi dal registratore di cassa.

Dopo essere stato attaccato, sono partiti su una Ford Ka bianca, Adrian è morto all’istante. Il procuratore dell’Unità di istruzione funzionale (UFI) 6 del dipartimento giudiziario di Lomas de Zamora, Carlos Baccini, sarà incaricato delle indagini sul caso.

Molti cittadini locali hanno parlato a sostegno di Veronica e sollecitano le autorità a stabilire meccanismi più efficienti per combattere la criminalità. Perfino un gruppo di persone ha protestato nelle vicinanze della pizzeria per chiedere giustizia.

Condividiamo un messaggio di solidarietà con tutti i parenti di Adrián, ci dispiace profondamente che il suo diritto alla vita non sia stato rispettato.

Strage di Margno: arrivati i risultati tossicologici di Diego ed Elena

Elspeth Moore si spegne a 5 anni per una grave appendicite

Lutto per il golfista Camillo Villegas, la figlia Mia ha perso la vita: aveva 22 mesi

Doveva operarsi per un tumore ma scopre che era tutt'altro

Giulianova, il piccolo Liam Lamolinara ha perso la vita: aveva 16 mesi

Chieti: il vigilante Riccardo Esposito salva la vita a un bimbo di 10 anni

Messina: Viviana Parisi, mamma di 43 anni e il figlio di 4 anni, Joele Mondello scomparsi dopo un incidente