Le medicine hanno fatto boom

Bobbi e Kenny McCaughey avevano una figlia, Mikayla, ma desideravano con tutto il cuore aumentare la famiglia. A causa di uno squilibrio ormonale, Bobbi aveva bisogno di prendere medicine per rimanere incinta. Il 1997 è stato un anno molto speciale per questa piccola famiglia che presto sarebbe cresciuta … e in un modo che nessuno si aspettava.



Il farmaco ha funzionato, quasi troppo bene, e Bobbi è rimasta incinta, ma non di uno o due bambini, ma nella sua pancia crescevano 7 bambini. La gravidanza comportava molti rischi e i medici pensavano che non potevano sopravvivere tutti i bambini. Praticare un aborto non era un’opzione per Bobbi, che ha deciso che voleva che i suoi sette figli continuassero a crescere dentro di lei. Già nella settima settimana di gravidanza Bobbi doveva restare a letto, se si muoveva molto, il dolore era insopportabile. Un mese prima della data del parto Bobbi è stata ricoverata in ospedale, secondo ndt.tv . Nonostante i grandi rischi, i sette bambini sono sopravvissuti: Kenny, Kelsey, Natalie, Brandon e Joel sono nati sani, ma Alexis e Nathan hanno avuto bisogno di un piccolo aiuto all’inizio. Passare da una famiglia di 3 a una famiglia di 10 comporta molte difficoltà. Grazie alla diffusione della sua storia nei media, e a causa della natura speciale del suo caso, la famiglia ha ricevuto aiuto dal municipio, dai volontari e dalle donazioni private. Senza aiuto, sarebbe stato molto più difficile per la famiglia nutrire e cambiare pannolini. In totale avevano bisogno di 150-170 pannolini a settimana, e otto persone aiutavano la famiglia giorno e notte.

Sono passati 20 anni da quando i bambini sono nati ed è ora di diventare indipendenti. La casa di famiglia sarà molto vuota e silenziosa.

È divertente vedere i diversi percorsi che i fratelli hanno scelto nella vita. Ad esempio, Kelsey ha scelto di studiare musica, mentre Alexis vuole essere un insegnante.

Immagina quanto sia divertente crescere in una famiglia così grande, non un minuto di noioso silenzio a casa!

Condividi la storia di questa coraggiosa madre che non si è arresa e ha combattuto per avere i suoi sette figli nonostante i rischi. Perché una madre è una madre