Le molestie contro Alessandra Matteuzzi

Le molestie di Giovanni Padovani all’ex Alessandra Matteuzzi: “Lo zucchero nel serbatoio”

Ecco cosa faceva Giovanni Padovani all'ex Alessandra Matteuzzi, prima di decidere di ucciderla in modo brutale con un martello

Emergono dettagli sempre più sconvolgenti dopo la brutale morte di Alessandra Matteuzzi, massacrata con un martello dal suo ex compagno 27enne Giovanni Padovani.

Le molestie contro Alessandra Matteuzzi

La donna di 57 anni, dopo circa un anno di relazione, aveva deciso di allontanare l’uomo, a seguito dei suoi strani comportamenti e di denunciarlo ai Carabinieri.

Nel fascicolo della denuncia per stalking, ci sono diversi elementi che testimoniano i folli gesti di Giovanni nei confronti di Alessandra, prima dell’omicidio.

Le molestie contro Alessandra Matteuzzi

A rivelarli, è stata Sonia Bartolini, cugina della vittima e avvocato di Modena. Il calciatore 27 enne era ossessionato da lei e le faceva continui dispetti. Le aveva messo lo zucchero nel serbatoio, le aveva tagliato le gomme dell’auto e perfino rubato le chiavi di casa.

Se viene sporta una denuncia per atti persecutori e non viene attivata una protezione, i femminicidi continueranno.

Alessandra e Giovanni, come ha raccontato la sorella della vittima, si erano conosciuti sui social. Lei viveva a Bologna e lui in Sicilia, dove giocava come calciatore di serie D.

A dicembre, si era trasferito dalla sua compagna, per rendere ufficiale quella relazione. Da quel momento però, i suoi comportamenti sono diventati ossessivi. Controllava la donna costantemente, sui social e nella vita reale. Pretendeva che lo videochiamasse in ogni istante, così da controllare sempre dove fosse. Chiamava gli amici, per indagare. Fin quando Alessandra non ha deciso di lasciarlo. A quel punto, Giovanni è diventato ancora più folle. Ha iniziato a presentarsi a casa sua senza nemmeno avvisarla.

Le molestie contro Alessandra Matteuzzi

Il procuratore ha spiegato, dopo le numerose accuse, che le indagini per la denuncia erano iniziate. Ma che tante persone da ascoltare erano in ferie.

Giovanni Padovani si presentato sotto casa di Alessandra Matteuzzi, l’ha picchiata a mani nude e poi si è accanito su di lei con un martello. Ridotta in fin di vita, è rimasto lì ad attendere l’arrivo delle autorità, allarmate dai vicini di casa. La donna è morta in ospedale, a seguito della gravità dei traumi riportati.