Le prime parole del padre di Julen e la ricostruzione dei fatti

Strazianti e commoventi le prime dichiarazioni del padre del piccolo Julen, la dinamica è veramente tragica

Home > Attualità > Le prime parole del padre di Julen e la ricostruzione dei fatti

Dalla Spagna arrivano le prime strazianti parole di Josè Rosellò, il papà del piccolo Julen caduto nel pozzo nei dintorni di Malaga, il suo corpicino è stato ritrovato questa notte senza vita dopo 13 giorni di scavi per poterlo recuperare. È il padre a raccontarci come sono andate davvero le cose, stando alle prime parole di Josè tutta la famiglia si trovava sul luogo dell’incidente per un pic-nic. Julen era con i genitori a Totalàn, vicino Malaga.

bimbo-pozzo

Non erano da soli, insieme alla famiglia vi erano anche una cugina, il fidanzato e la figlia. Nel momento in cui Julen è caduto nel pozzo la mamma del piccolo era al telefono e ha chiesto al padre di controllarlo. L’audio delle parole del padre è stato isso da El Pais.   Adesso che Julen è stato trovato, è arrivato il momento di capire la dinamica dei fatti. Il papà del piccolo ha iniziato a raccontare

julen

“In quel momento stavo facendo la legna – racconta Rosellò – mia moglie era al telefono per avvertire che non sarebbe andata a lavoro. Mi aveva chiesto di controllare Julen, lui si è allontanato, la cugina ha urlato ‘il bambino’. Tutti sono corsi verso di lui, ma era tardi”

bimbo-julen-pozzo

“Mi sono precipitato subito, appena ho saputo che mio figlio era caduto nel pozzo, ho tolto come ho potute le pietre attorno alla buca, che prima erano state usate per coprirla. Ho cercato di prenderlo. Ho sentito mio figlio piangere. Ho cercato di raggiungere con il braccio pensavo fosse più vicino”