L’enorme problema del traffico a Napoli

Napoli: esiste un tratto di strada di 3km dove sono state commesse oltre 2400 infrazioni.

Home > Attualità > L’enorme problema del traffico a Napoli

Nelle grandi città italiane i disagi alla circolazione sono decisamente frequenti, in particolar modo nelle famose “ore di punta”. Automobilisti inesperti o maleducati e cittadini con scarso senso civico contribuiscono a rendere difficoltoso il transito a veicoli di ogni tipo. In una città in particolare della nostra penisola i disagi da questo punto di vista risultano essere molto gravi. Stiamo parlando di Napoli.

A evidenziare la situazione oggettivamente insostenibile nel capoluogo campano sono stati alcuni autisti dell’Anm, l’azienda a cui è affidato gran parte del trasporto pubblico a Napoli e in alcune zone della provincia. Se per quanto riguarda la metro Linea1 – ritardi a parte – non ci sono disagi alla circolazione per ovvi motivi, è sulle strade di cemento e sanpietrini che gli autisti spesso vivono giornate lavorative infernali.

I vari autisti hanno compilato un dossier di 30 pagine e si sono affidati ai sindacati confederali CGIL, UIL e CISL per rendere pubblico il loro disagio. Gli autisti hanno spiegato come guidare un autobus a Napoli sia, letteralmente, una sfida. Poche zone della città sono esenti da problemi: dalla periferia (San Giovanni a Teduccio) al centro (via Santa Lucia), passando per le zone collinari della città (Vomero) lo scarso senso civico di automobilisti, conducenti di scooter e perfino cittadini a piedi regna sovrano. Sì, perché oltre ai motorini che effettuano sorpassi da mani nei capelli e le automobili che non si fermano quando c’è un semaforo rosso, incredibilmente anche le persone che non stanno guidando rendono la situazione ancora più complicata. C’è chi, ad esempio, occupa un posto auto pubblico usando una fioriera o un bidone dell’immondizia.

Gli automobilisti, poi, fanno il resto: sosta selvaggia in doppia o tripla fila, sulle strisce pedonali o in zone della carreggiata dove non è consentito parcheggiare. In particolar modo fa paura quanto rilevato nel tratto di 3 chilometri di strada tra via Stadera a piazza Nazionale (zona poco distante dalla stazione centrale). In 24 ore sono state rilevate quasi 2.500 trasgressioni del codice della strada. È stato stimato che se si volessero sanzionare tutte le violazioni al codice della strada sul suolo pubblico napoletano si potrebbero guadagnare oltre 250.000 euro di multe al giorno. E qui sopraggiunge un altro problema di Napoli: più della metà delle contravvenzioni non vengono pagate. Triste realtà.