Lenti a contatto uguali ai vestiti: la richiesta della sposa

Nei matrimoni la sposa ha sempre ragione, ma che succede se chiede le lenti a contatto uguali ai vestiti? Scopriamolo insieme

Home > Attualità > Lenti a contatto uguali ai vestiti: la richiesta della sposa

Inutile dire che tutte le spose vorrebbero che il loro matrimonio fosse perfetto, ma quello che classificano come perfetto potrebbe non funzionare per tutti gli altri. Per esempio, è successo che una futura sposa si sia spinta oltre, chiedendo alle damigelle lenti a contatto uguali ai vestiti.

Ebbene sì: per questa donna il matrimonio “perfetto” non comprendeva i colori contrastanti, e questa regola si applica anche agli occhi delle sue damigelle.

La strana storia si è sparsa dopo che questa donna (inglese, ma anonima) ha chiesto su un gruppo di future spose quanto sarebbe stato importante acquistare le lenti a contatto per le sue damigelle e quanto avrebbe potuto spendere lasciando loro scegliere il colore.

Fin qui, niente di troppo strano: potevano anche essere state le damigelle a chiederlo, no? No. Il motivo per cui doveva farlo era che tutti i loro occhi dovevano essere abbinati ai vestiti, che andavano dal giallo al marrone, pertanto non erano ammessi occhi blu.

L’acquisto a suo carico era proprio un compromesso: nel post la sposa diceva: “Mi offro di pagare e far scegliere loro selezionare qualsiasi altro colore, anche un ricco marrone ambra come il mio (non ho paura di essere messa in ombra) dato che gli occhi blu stonerebbero con i vestiti!”.

Fortunatamente, sul gruppo tutte le donne hanno sconsigliato alla sposa di farlo, perché questa richiesta avrebbe a dir poco oltrepassato il limite. La futura sposa si sarà convinta? Non è dato sapere, perché dopo le risposte è scomparsa, cancellandosi dal gruppo!