Madre confessa cosa ha fatto con il suo compagno a due ore dal parto, in ospedale

La confessione di questa madre, sta facendo molto parlare

Home > Attualità > Madre confessa cosa ha fatto con il suo compagno a due ore dal parto, in ospedale

La scandalosa confessione che in questi giorni sta facendo parlare l’intero mondo del web, è stata fatta durante una trasmissione americana molto conosciuta, Channel 5’s On Benefits, da una donna di circa 44 anni, di nome Debbie Hodge, attualmente residente a Londra. Una madre di quattro figli, che ha raccontato la sua esperienza durante la nascita della sua ultima bambina.

Ha scoperto di essere incinta, del suo compagno, 15 anni più giovane di lei, in modo inaspettato. Non lo avevano cercato, era capitato, ma nonostante tutto ne erano felici. E’ riuscita a portare avanti la gravidanza, senza alcuna complicazione ed è stata ricoverata in ospedale, quattro giorni dopo la data di scadenza. Qui, durante il monitoraggio, i medici hanno visto una sofferenza cardiaca della bambina ed hanno portato immediatamente la donna in sala operatoria, per il taglio cesareo: “è stato orribile, ho avuto paura perché li vedevo correre di qua e di la. Poi, quando ho visto Amelia, che era nata e stava bene, ogni paura è scomparsa. Io amo il ses$o e so che molti di voi mi giudicano, ma quello che è successo quel giorno, per me è stato magico. Due ore sole dopo il parto, Amelia era nella culla e il mio compagno mi stava facendo le coccole sul letto… non mi sentivo bella, ne pulita, ma mi sentivo speciale, per lui, così l’abbiamo fatto. Anche agli altri figli ho aspettato una sola settimana. Certo dopo Amelia, solo due ore, ma cosa c’è di male? C’era un’incredibile vicinanza tra noi e a lui piacevo, nonostante tutto”.

Dopo la sua confessione, potete immaginare quante critiche Debbie abbia ricevuto. Ha raccontato che qualche mese dopo la nascita della piccola, lei e il suo compagno si sono lasciati.

Oggi è madre di quattro figli ed è ancora in cerca del vero amore, perché è l’unica cosa in cui crede.

Voi cosa pensate di tutto ciò?

Fonte: Il Messaggero.