Malore durante la lezione, professoressa incinta perde la vita

Malore in classe, prof incinta al sesto mese muore a 41 anni. Morto anche il bimbo che aveva in grembo

Home > Attualità > Malore durante la lezione, professoressa incinta perde la vita

La tragedia è accaduta a Como, precisamente in una scuola media di Albavilla, in via Porro. Ieri mattina, durante la prima ora di lezione, una professoressa di quarantuno anni, incinta al sesto mese di gravidanza, si è sentita male e poi è morta. Il suo nome era Laura Forni e lascia marito e un figlio di sei anni.

Secondo quanto riportato, l’insegnante stava facendo lezione normalmente, quando ha iniziato ad accusare un malore. Gli studenti hanno chiesto aiuto ai agli altri professori, che hanno allarmato i soccorsi. Purtroppo però, nonostante il tempestivo intervento e il trasporto in ambulanza. per Laura non c’è stato nulla da fare. E’ morta insieme al bambino che aveva in grembo. Non sono ancora note le cause del malore, poiché è accaduto solo da poche ore. Sarà l’esame autoptico a far capire ai medici dell’ospedale Valduce di Como, che cosa è successo.

Gli studenti hanno raccontato che mentre faceva lezione, ha detto loro che non si sentiva bene e che sarebbe andata un attimo in bagno. Si è poi accasciata sul banco.

Insegnava a quella classe seconda, come supplente di arte. Laura era di Tavernerio.

Non aveva mai riscontrato problemi, una gravidanza al sesto mese, senza mai nessuna complicazione.

Gli studenti, presi dalla paura, sono corsi in corridoio a chiedere aiuto, mentre Laura si era accasciata sul banco di uno di loro. Sono stati poi  fatti allontanare, fino all’arrivo dell’ambulanza.

Un malore inaspettato, una tragedia inimmaginabile.

Secondo i sintomi manifestati, i primi sospetti fanno pensare ad un attacco cardiaco o ad un problema circolatorio, ma solo gli esami sul suo corpo, potranno dare conferma a tali teorie. Laura è arrivata in ospedale intorno alle 9:30. I medici hanno fatto tutto il possibile per tenerla in vita e per salvare il neonato, ma ogni tentativo è stato vano.

Notizia in aggiornamento.