Mario Cerciello Rega, il carabiniere che ha perso la vita a Roma, c’è un testimone oculare

Nella vicenda Mario Cerciello Rega, il carabiniere che ha perso la vita a Roma, c'è un testimone oculare che si chiama Tamer: ecco cosa ha visto

Home > Attualità > Mario Cerciello Rega, il carabiniere che ha perso la vita a Roma, c’è un testimone oculare

Mario Cerciello Rega, il carabiniere che ha perso la vita a Roma nella notte tra il 25 e il 26 luglio, era in servizio e cercava di aiutare un uomo che aveva chiesto l’intervento delle forze dell’ordine per ricuperare un borsello rubato. Non poteva immaginare che una semplice operazione sarebbe finita in sangue. Oggi spunta una nuova testimonianza: a parlare è Tamer, un egiziano, che dice di aver visto tutto quello che è accaduto poche ore prima, nel pomeriggio del 25 luglio, quando i due ragazzi americani avevano rubato il borsello dello spacciatore.

Quello che è accaduto quella notte è stato raccontato agli inquirenti nei minimi dettagli da Andrea Varriale, il collega di Mario Cerciello Rega, anch’egli rimasto ferito nella colluttazione. La testimonianza dell’egiziano Tamer aggiunge ulteriori dettagli a questa tragica vicenda perché racconta quello che è accaduto poche ore prima. Tamer che, da anni, fa il parcheggiatore abusivo a piazza Mastai, era lì anche quel pomeriggio e ha visto i due americani rubare un borsello.

testimone-Tamer

Tamer dice di conoscere Sergio Brugatelli, 40 anni l’uomo che aveva richiesto l’intervento delle forze dell’ordine e che fa lo spacciatore in quella zona.

“Sergio è un mio amico, lo conosco, è normale stiamo sempre qua”.

ragazzi-americani

Tamer afferma, in un italiano approssimativo, che quel pomeriggio Sergio Brugatelli era in bicicletta e stava parlando con un gruppo di piccoli spacciatori.

Brugiatelli

All’improvviso, sarebbero comparsi i due ragazzi americani che avrebbero rubato il borsello di Sergio Brugatelli e sarebbero scappati inseguiti da due persone che lui crede che potrebbero essere stati dei carabinieri in borghese.

Sergio-Brugiatelli

I due ragazzi americani, conclude Tamer, “sembravano ubriachi e drogati”. Quello che è accaduto dopo lo conosciamo bene purtroppo. La vicenda si è conclusa tragicamente, come tutti noi sappiamo, con la morte del vice brigadiere dei carabinieri Mario Cerciello Rega.

Seguiranno altri aggiornamenti…

Bigodino.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI