Lutto

Mauro Bergamo morto per malattia riesce a inviare un vocale a tutti i suoi amici prima di morire

Un addio commovente

Prima di morire Mauro Bergamo, morto per una malattia che non gli ha dato scampo, è riuscito a esaudire il suo ultimo desiderio. E ha inviato un audio su Whatsapp a tutti i suoi amici per poter dire loro addio e salutarli per sempre. Poco dopo ha lasciato questo mondo, riuscendo però a dare l’ultimo saluto alle persone a cui ha voluto bene in terra.

Lutto
Fonte foto da Pixabay

Era molto conosciuto a Codognè, in provincia di Treviso, Mauro Bergamo. Purtroppo una malattia lo ha ucciso a soli 57 anni. Ha provato a lottare contro la malattia che però alla fine ha avuto la meglio. Ma con le ultime forze rimaste l’uomo è riuscito a compiere un gesto che ha commosso tutto il paese.

Mentre le sue condizioni di salute si aggravavano lui aveva sempre in mente le persone a lui care, che avrebbe voluto salutare. Tutto è avvenuto in modo veloce, perché il brutto male che lo ha colpito gli è stato diagnosticato solo un mese prima di morire.

A piangerlo è una comunità intera, oltre agli amici e ai parenti che hanno perso una brava persona, che fino all’ultimo istante di vita ha pensato agli altri, mettendo davanti sempre chi gli era stato accanto e vivendo gli ultimi giorni di vita con un unico pensiero: salutare tutti quanti.

Del resto Mauro era molto conosciuto a Codognè, dal momento che lavorava come chef presso il ristorante Gallileo di Fontanelle. La malattia gli ha dato poco tempo per metabolizzare tutto quanto e accanto a lui c’erano la moglie Katia e il figlio Luca, rientrato dalla Germania dove lavora per stargli accanto prima della morte.

Morta tragicamente la moglie dell'allenatore Attilio Perotti

Mauro Bergamo morto per malattia riesce a salutare tutti prima di morire

Prima dell’ultimo respiro e dopo aver salutato non solo moglie e figlio, ma anche la mamma Edda e le due sorelle Loretta e Ornella, Mauro è riuscito a dire addio a tutti i suoi amici.

Lutto a Spello
Fonte foto da Pixabay

Ha realizzato infatti un vocale perché voleva che sentissero la sua voce. Sapeva che la fine era vicina.