Medici dicono alla mamma che la figlia è morta

Medici dicono alla mamma che la figlia è morta, ma in realtà è viva. Morirà 4 ore dopo

Davvero una storia tragica

Questa è una triste storia che ha gettato nello sconforto una donna incinta che non attendeva altro che stringere la sua piccola tra le braccia. I medici, però, dicono alla mamma che la figlia è morta, ma in realtà è viva. Un errore terribile per la giovane donna che, comunque, dopo quattro ore dalla nascita ha dovuto dire addio alla sua bimba appena nata.

Medici dicono alla mamma che la figlia è morta

Alisha Pegg si era recata al William Harvey Hospital di Ashfort, nel Kent, in Inghilterra. Doveva mettere al mondo sua figlia: aveva le doglie e per questo aveva raggiunto la struttura sanitaria. I medici, però, l’hanno rimandata a casa.

Arrivata a casa, però, il travaglio è andato avanti. E Alisha Pegg ha dato alla luce la figlia Grace tra le mura domestiche. La piccola è nata prematura: aveva solo 22 settimane di vita. Se l’avessero ascoltata in ospedale, forse ora Grace sarebbe ancora con lei.

La BBC racconta che la donna, il giorno prima del parto, a febbraio 2021, era andata in ospedale con forti dolori e crampi addominali. I medici le avevano detto che la piccola non si muoveva e non c’era battito cardiaco.

Nella mia testa pensavo che mia figlia stesse bene, visto il battito cardiaco. Ho spiegato ai medici che ero in fase di travaglio e ho sentito il bisogno di spingere, ma il dottore mi ha detto di andare a casa.

Alisha

Medici dicono alla mamma che la figlia è morta ma è viva e nasce prematura

Dopo 24 ore la mamma torna in ospedale in ambulanza e le viene detto che la piccola, nata a casa, è nata morta. Ma popi si correggono: era nata viva, per poi morire quattro ore dopo tra le braccia della madre.

lutto
Fonte foto da Pixabay

Per Alisha, i medici non hanno dato l’appropriato supporto alla figlia, perché la pensavano già morta:

In tutti i loro comunicati hanno sostenuto di aver provato a salvarla, pur non mostrando segni di vita. Eppure è sopravvissuta per quattro ore da sola. Voglio risposte sul motivo per cui non sono stata ascoltata quando ho detto loro con insistenza cosa stava succedendo al mio corpo. Voglio delle scuse.