Meteo, da domani torna il freddo record

Meteo, da domani torna il freddo record: giornate di rovesci e neve. Le previsioni da incubo.

Home > Attualità > Meteo, da domani torna il freddo record

Meteo, da domani torna il freddo record: giornate di rovesci e neve. Le previsioni da incubo. Secondo le previsioni meteo, ci attende un weekend da incubo. Sta per arrivare un’aria gelida di origine artica dalla Scandinavia che genererà una profonda depressione che porterà instabilità in gran parte dell’Italia.

Gli esperti di 3bmeteo avvertono: “Le temperature subiranno un graduale ma sensibile abbassamento e con esse anche il limite dellenevicate, previsto a quote molto basse per la stagione. Nubi in graduale aumento al Nordovest con arrivo di piogge e qualche temporale dal pomeriggioa partire dalle zone alpine in estensione alle pianure piemontesi ed entro sera alle Alpi lombarde, Trentino, Alto Adige e Cadore. Sempre in serata alcuni temporali si inoltreranno fin verso le pianure dell’alta Lombardia e al Levante Ligure. Sul resto d’Italia continuerà a prevalere il bel tempo, ad eccezione di alcuni addensamenti pomeridiani lungo la dorsale appenninica e locali rovesci tra bassa Campania, Lucania e alta Calabria, più probabili sulle aree interne, oltre che sulla dorsale abruzzese e localmente sul Salento. Peggioramento più incisivo venerdì al Nord, poi anche al Centro-Sud”.

 

Nel corso di sabato 4 maggio, un primo impulso perturbato si sposterà verso est. Tutto il nord ovest e la Sardegna avrà un tempo variabile, mentre sul resto del Paese cadranno piogge e temporali, in particolare sul Triveneto e nel Centro Sud, in serata sulle Alpi potrà cadere la neve fino a 1500 metri. Nella stessa serata arriverà un’ondata di aria fredda da est e al centro sud le precipitazioni diminuiranno.

Nella giornata di domenica 5 maggio, farà il suo ingresso un’aria artica che innescherà maltempo su Triveneto e nella bassa Pianura Padana, provocando piogge e temporali che man mano si estenderanno verso il centro, soprattutto sul versante adriatico e dopo sul versante tirrenico peninsulare. Le temperature diminuiranno, e sull’Appennino Emiliano la neve potrà cadere fino a 600/800 metri, 1000 sul settore umbro-marchigiano. Sulle Alpi occidentali il tempo migliorerà e si raggiungeranno le minime da pieno inverno con punte di -8 gradi a 1500 metri.

 

Insomma, sarà un freddo record per il periodo stagionale, tutto inizia da oggi ma il maltempo arriverà soprattutto nel weekend. L’aria gelida polare continentale si sposterà dalla Russia fino a raggiungere l’ Europa Centrale provocando un brusco calo termico e le temperature da pieno inverno su Regno Unito, Mare del Nord e Scandinavia.