Meteo, la primavera stenta a decollare

Meteo, la primavera stenta a decollare: attesi temporali e neve. Nel weekend impulso polare. Ecco dove.

Home > Attualità > Meteo, la primavera stenta a decollare

Meteo, la primavera stenta a decollare: attesi temporali e neve. Nel weekend impulso polare. Ecco dove.

Questa primavera fa fatica a decollare, sono attesi temporali e altra neve, sopratutto nel weekend che arriverà un impulso polare. L’instabilità atmosferica e l’assenza dell’alta pressione, costringono il nostro Paese a rimanere nel mirino delle perturbazioni atlantiche.

Gli esperti meteo, in particolare 3bmeteo, fanno sapere che ci sarà un nuovo peggioramento delle condizioni atmosferiche, non mancherà la pioggia, i temporali e la neve. “Un’altra perturbazione raggiungerà l’Italia tra sabato e domenica e provocherà un peggioramento a tratti consistente su Triveneto, Emilia e regioni centrali, anche con temporali”.

La primavera fa fatica a decollare, questo mese di maggio sembra davvero novembre, il freddo è ancora presente in molte zone dell’Italia soprattutto nelle regioni settentrionali e in quelle del Centro Italia. Questa mattina, giovedì 9 maggio, la perturbazione si sta muovendo verso il Centro Italia e porterà un peggioramento con rovesci sparsi e qualche temporale, a Nord Ovest il tempo migliorerà.

Nel weekend arriverà il maltempo che dal Nord pian piano scenderà a Sud. Nelle giornate di sabato e domenica è previsto un nuovo impulso polare che porterà il maltempo da Nord a Sud, accompagnato da venti forti di maestrale. Già dalle prossime ore, potranno manifestarsi nevicate sull’arco alpino, intorno ai 1.400 metri su quello occidentale e a quote di 1.200 – 1.300 sul novarese e Val d’Ossola.

“La perturbazione si avvicina all’Italia determinando un peggioramento a partire dalle zone alpine con fenomeni che in giornata si riverseranno sulle aree di pianura estendendosi in serata a quelle centrali, segnatamente quelle del versante tirrenico. Sono attesi rovesci anche temporaleschi, soprattutto su Triveneto ed Emilia, mentre sulle Alpi tornerà la neve inizialmente a quote elevate, ma in calo anche sotto i 2000m la sera. I venti tenderanno a rinforzare da Scirocco con i mari che risulteranno da mossi a molto mossi, specie i bacini occidentali”.

È previsto un peggioramento anche sui settori settentrionali della Toscana e delle Marche mentre sul resto del Centro, al Sud e nelle Isole Maggiori, il tempo rimarrà più stabile.