Mette fine alla vita del figlio di 13 anni, a causa di una fotografia.

Mette fine alla vita del figlio di 13 anni, a causa di una fotografia.

Home > Attualità > Mette fine alla vita del figlio di 13 anni, a causa di una fotografia.

Spiegare il sentimento che una persona tiene nel suo cuore quando è in grado di porre fine alla vita di suo figlio, è una missione impossibile. Può essere considerato solo un mostro. Dylan Redwine, 13 anni, ha scoperto alcune fotografie compromettenti di suo padre, Mark Redwine, che ha deciso di ucciderlo in modo che il ragazzo non lo prendesse più in giro.

L’unico peccato di Dylan era quello di ridere delle immagini di suo padre che era vestito come una donna, posando in un vestito. Questo bambino, era scomparso nel novembre 2012 mentre si trovava nel giorno di visita ordinato dal tribunale a casa di suo padre in Colorado. I suoi resti sono stati trovati 7 mesi dopo sparsi tra le montagne del Colorado sudoccidentale da animali selvatici. Un paio di anni dopo, il cranio di Dylan è stato trovato a soli 2,5 chilometri dalla casa di suo padre, che è stato arrestato e accusato di omicidio di secondo grado e abuso di minori, secondo i risultati dell’indagine sulla morte di questo piccolo. Sua madre, Elaine Hall, sospettava sempre che il suo ex marito fosse responsabile della scomparsa di suo figlio. Quest’uomo è stato arrestato a Washington e ha ricevuto una cauzione di $ 1 milione quando è apparso davanti a un tribunale di Washington lunedì. L’estradizione è prevista per lo stato del Colorado. I pubblici ministeri presumono che quest’uomo possa aver ucciso suo figlio dopo aver scoperto alcune fotografie inquietanti. Tuttavia, Mark ha sempre negato la sua partecipazione alla morte di suo figlio, arrivando persino ad avere il coraggio di partecipare al programma televisivo per incolpare la sua ex-moglie per la morte del bambino.

Dopo questo episodio, questi genitori sono stati i protagonisti dei titoli di stampa. Cory Redwine, il fratello maggiore di Dylan, ha confessato di aver visto le foto e ha confermato che queste sono immagini in cui suo padre indossa vestiti e trucco per donne. Sembra anche mangiasse le sue feci da un pannolino. E ‘stato molto disgustoso. Non potevano davvero credere a quello che stavano vedendo.

Gli investigatori hanno commentato durante l’accusa del gran giurì che il sangue del bambino è stato trovato in diversi punti nel salotto della casa paterna, compreso il divano. I cani addestrati a trovare resti del cadavere hanno identificato l’odore in diversi punti della casa , è un’altra prova che conferma l’accusa. Anche nel 2014 questi cani hanno annusato l’odore del corpo nel camion di Mark.

La madre di Dylan pensa che suo figlio abbia affrontato suo padre riguardo alle foto e l’abbia ucciso. Forse ha detto qualcosa che ha scontentato Mark che ha reagito violentemente e ha concluso la sua vita.

Dopo la scomparsa dell’adolescente, è stata condotta una massiccia ricerca nei 7 mesi successivi. I risultati sono quando alcune ossa del suo piede sono state trovate sparse nelle montagne. Gli investigatori hanno detto che il cranio di Dylan è stato trovato in un terreno difficilmente accessibile, ma che era molto familiare a questo padre .


L’analisi fatta al cranio ha determinato che aveva ferite consistenti e due piccoli segni che sembravano essere di un’arma bianca, come un coltello. Secondo l’accusa presentata, Dylan non andava d’accordo con suo padre. La separazione e il divorzio dei suoi genitori fu per lui un’aspra battaglia, soprattutto a causa della guerra tra adulti per divorzio e custodia.

Sua madre disse alle autorità che il suo ex marito aveva commentato che sarebbe stato in grado di uccidere i bambini prima che glieli portasse via e gli negasse la possibilità di vederli.

È estremamente deplorevole che questi casi accadano, il valore della vita in questi tempi è condizionato dalla violenza. Condividi questa notizia scioccante.