Milano: è arrivata la condanna per la donna che ha ustionato suo figlio di 5 anni, con il ferro da stiro, per punirlo.

MILANO: ustiona suo figlio di cinque anni con il ferro da stiro, per punirlo. Patteggia la condanna. Questa la decisione della sentenza.

Home > Attualità > Milano: è arrivata la condanna per la donna che ha ustionato suo figlio di 5 anni, con il ferro da stiro, per punirlo.

L’episodio è accaduto lo scorso dicembre a Milano ed ha lasciato dietro di se una scia d’indignazione. Una mamma di origine marocchina, è stata accusata di maltrattamenti e lesioni aggravate verso suo figlio di cinque anni. Il piccolo, per giocare, aveva strappato i suoi pantaloni la madre, per punirlo, lo aveva costretto a rimanere sdraiato sul tavolo e a farsi bruciare con il ferro da stiro, ripetute volte.

Per undici volte, il bambino ha urlato di dolore. Una punizione che la donna, a distanza di mesi, non riesce ancora a spiegare alle autorità. Non ha mai negato quanto fatto, ma non riesce a capacitarsi del perché l’abbia fatto.

Ha raccontato al gup di Milano che per lei era un periodo molto particolare e si sentiva sotto stress. Si era separata dal papà del bambino e stava frequentando un altro uomo, indagato dalle forze dell’ordine poiché si sospetta che si trovasse a casa della donna, al momento della folle “punizione”.

A distanza di mesi, è arrivata la condanna definitiva per questa madre di 27 anni. La donna ha patteggiato tre anni e una lunga terapia psicologica, per tentare di riabilitare il suo stato mentale.

Il bambino, al momento dell’episodio, è stato subito tolto sotto la tutela della donna e trasferito in una comunità protetta, dove oggi vive. Sta ricevendo il dovuto supporto e l’aiuto per superare i traumi e gli spaventi. Secondo quanto riportato, sul corpo del bambino, oltre alle ustioni del ferro da stiro, i medici avevano rilevato diversi lividi, risalenti a tempi precedenti.

Non era la prima volta, quindi, che il piccolo subiva tali violenze.

Non è ancora noto quale sarà il suo futuro, poiché l’opzione per una futura adozione, è ancora in fase di valutazione.

Il papà biologico risulta vivere in Germania. Dopo la separazione dalla donna, si era trasferito lontano dai due.

Bigodino.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI