Morta l’attrice Irina Sanpiter, moglie di Furio in “Bianco Rosso e Verdone”

Siamo sicuri che ve la ricordate: lei era la dolce e paziente Magda, la moglie di Furio Zòccano (interpretato da Carlo Verdone) in “Bianco, Rosso e Verdone”. Si chiamava Irina Sanpiter ed era di origine russa. Purtroppo, l’attrice si è spenta oggi a Roma, all’età di 60 anni. Combatteva da anni contro la leucemia che le era stata diagnosticata 33 anni fa e, gli ultimi 8 mesi di vita li aveva passati ricoverata all’Umberto I.

Irina Sanpiter era nata nel 1957 a Mosca. Aveva iniziato la sua carriera artistica nel teatro ma presto era passata, nel 1981, al cinema grazie a Carlo verdone, che la scelse per il ruolo di Magda nel film “Bianco, Rosso e Verdone”. Carlo dice di lei in un post sul suo profilo Facebook: “Era russa, di Mosca: me la fece incontrare Sergio Leone in quanto era parente della moglie (moscovita) dello sceneggiatore Giorgio Arlorio. Fra tre opzioni scelsi subito lei per via di quegli occhioni dolci e malinconici che dovevano essere una caratteristica della mia Magda.” Sono sicuro che ve la ricordate: lei era la moglie paziente ed esasperata dal marito Furio. La sua frase ricorrente era: “Non ce la faccio più”, pronunciata con un accento piemontese stretto. Dopo quel film, però, Irina non continuo la sua carriera d’attrice cinematografica. Quell’esperienza l’aveva appagata e decise di fermarsi. Si mise ad organizzar concerti ed eventi musicali. Era riservata e pochi sapevano della sua malattia. Carlo Verdone, dopo aver appreso con dolore della scomparsa di Irina, le ha dedicato un post commovente su Facebook: “Non sapevo fosse malata. L’ ultima volta la incontrai lo scorso anno all’Isola Tiberina durante la rassegna cinematografica estiva. Di quel film non è rimasto quasi nessuno, e questo mi deprime terribilmente. Ma il cinema, fortunatamente, ci ” ferma nel tempo”. Illudendoci di una certa immortalità su uno schermo. Magda sarà sempre nel mio cuore come una delle creazioni più riuscite: era sempre allegra,spiritosa, ironica. Grazie Irina per aver condiviso con me una bella commedia rimasta nel cuore di tanti spettatori. Ti ricorderò per sempre cara, dolce amica.”

In qualche modo Irina è rimasta schiacciata dal personaggio di Magda.

Ha avuto un ruolo anche nel film “Lacrime Napulitane” di Ciro Ippolito ma, evidentemente, era rimasta delusa e ha deciso di non continuare.

Aveva sposato il produttore musicale Toni Evangelisti.

All’inizio degli anni ’90, Irina si era ritirata dalle scene, probabilmente anche a causa della sua malattia.

Alla sua famiglia il nostro pensiero e le più sentite condoglianze.

Lutto nel mondo del cinema: l'attrice di 26 anni trovata senza vita

Lutto nel mondo del cinema: l'attrice di 26 anni trovata senza vita

Corriere salva bimbo di 5 mesi abbandonato su un marciapiede

Corriere salva bimbo di 5 mesi abbandonato su un marciapiede

Colori delle Regioni, come potrebbero cambiare domenica

Colori delle Regioni, come potrebbero cambiare domenica

Svolta nel giallo di Caccamo: c'è un arresto per omicidio e occultamento

Svolta nel giallo di Caccamo: c'è un arresto per omicidio e occultamento

Mark Bryan è etero, sposato e ha dei figli e lavora come ingegnere robotico ma ama indossare gonne a tubino e tacchi alti: le foto

Mark Bryan è etero, sposato e ha dei figli e lavora come ingegnere robotico ma ama indossare gonne a tubino e tacchi alti: le foto

Giuseppe Conte rassegna le dimissioni: la risposta di Mattarella

Giuseppe Conte rassegna le dimissioni: la risposta di Mattarella

Il drammatico appello dello stilista malato di COVID: “Non ci sono miglioramenti ma non importa. Vi prego, salvate mia madre”

Il drammatico appello dello stilista malato di COVID: “Non ci sono miglioramenti ma non importa. Vi prego, salvate mia madre”