Napoli, tre treni della metropolitana si scontrano: 13 feriti e sospensione della linea 1

A Napoli lo scontro tra tre treni della metropolitana ha causato 13 feriti tra i passeggeri e la sospensione temporanea della linea 1

Home > Attualità > Napoli, tre treni della metropolitana si scontrano: 13 feriti e sospensione della linea 1

Incidente nella metropolitana di Napoli, con lo scontro di tre treni poco fuori dalla stazione Piscinola, sulla Linea 1. La linea della metro è stata temporaneamente sospesa per agevolare il lavoro dei soccorritori, che sono dovuti intervenire per aiutare i passeggeri. 13 le persone rimaste ferite in questo incidente.

Tutto è avvenuto poco fuori dalla stazione Piscinola, sulla linea 1 della metropolitana di Napoli. Un treno stata arrivando sul binario 1, dopo essere uscito dal deposito, ed è finito per scontrarsi con un altro treno che viaggiava su quel binario e stava per entrare in stazione.

Nell’incidente è stato coinvolgo un terzo treno, che era partito con molti passeggeri, dal binario 2 della stazione di Piscinola.

stazione-treni

Subito dopo gli scontri è stata attivata la procedura per le maxi emergenze. Giuseppe Galano, direttore della centrale operativa del 118 della città partenopea, ha coordinato le operazioni di soccorso, che hanno coinvolto protezione civile, vigili del fuoco, sanitaria e la Cross, la centrale operativa remota operazioni soccorso sanitario. All’inizio si pensava a una situazione molto più grave, mentre il bilancio, per fortuna, è di soli 13 feriti.

scontro-treni

L’Anm ha disposto l’interruzione del servizio sulla tratta della Linea 1 della metropolitana di Napoli e non si sa quando potrà riprendere si deve aspettare il dissequestro dei convogli da parte dei magistrati che stanno indagando sul caso, come sottolineato dall’amministratore della società di trasporti pubblici partenopea, Nicola Pascale: “Bisognerà vedere quanti convogli saranno disponibili dopo il dissequestro della magistratura“.

treno

Quattro personr sono state trasportate in ospedale: il paziente più grave è il macchinista del treno partito dal binario 2, trasportato in codice rosso al Cardarelli per trauma toracico e cervicale, ma non sarebbe in pericolo di vita. Stesso codice per una passeggera, trasferita al Cto per un trauma lombo sacrale. Altre due persone sono state portate in ospedale per sospetta frattura agli arti inferiori e trauma alla mano, mentre gli altri due macchinisti e 7 passeggeri sono stati medicati sul posto.

treni

Secondo le prime ricostruzioni, l’incidente sarebbe stato provocato da un errore umano, un mancato rispetto del segnale di stop da parte del treno che stava lasciando il deposito.