Neonato abbandonato in un borsone

Rovigo, neonato abbandonato in un borsone tra i bidoni della spazzatura davanti al cimitero: aveva ancora il cordone ombelicale.

Home > Attualità > Neonato abbandonato in un borsone

Rovigo, neonato abbandonato in un borsone tra i bidoni della spazzatura davanti al cimitero: aveva ancora il cordone ombelicale.

È successo a Rosolina in provincia di Rovigo, un neonato è stato abbandonato davanti al cimitero tra i bidoni della spazzatura. A trovarlo sono state delle donne che hanno notato il borsone sportivo nel parcheggio di fronte al cimitero tra i bidoni della spazzatura. Il piccolo era nato da poco ed aveva ancora il cordone ombelicale, è stato subito ricoverato ed era in ipotermia. Le donne che stavano entrando nel cimitero, avevano udito il pianto disperato del piccolo ed immediatamente hanno chiamato il 118, sul posto sono intervenuti anche i carabinieri della Compagnia di Adria e i soccorritori del Suem 118.

Una volta trasportato nell’Ospedale Santa Maria della Misericordia di Rovigo, hanno costatato che si tratta di un maschio bianco ed aveva ancora il cordone ombelicale attaccato e la placenta. Il bosone era stato lasciato vicino a dei cassonetti della spazzatura ma i lamenti del bimbo hanno attirato l’attenzione dei passanti che stavano entrando nel cimitero. Il piccolo è stato subito soccorso e trasportato in ipotermia all’ospedale di Rovigo, molto probabilmente ha trascorso molte ore al freddo prima di essere preso.

Una volta arrivato in ospedale è stato sistemato in una speciale culla pediatrica per ripristinare la temperatura corporea. Fortunatamente, il neonato ha risposto bene al trattamento dei medici anche se la prognosi resta riservata e nelle prossime ore potrebbe essere sciolta, sta rispondendo bene agli stimoli ed è fuori pericolo. Ora sono state aperte le indagini e si sta cercando di far luce su chi l’abbia abbandonato.