sola bimba

Nichelino, bimba di 2 anni lasciata sola in casa dalla madre: è riuscita ad uscire

Dramma a Nichelino, bimba di 2 anni trovata sola sull'androne del condominio: la madre era uscita per delle commissioni

Un episodio che ha davvero dell’incredibile è quello avvenuto nella giornata di lunedì 28 novembre, nel comune di Nichelino. Una bimba di 2 anni è stata trovata completamente sola sul portone del condominio e solo dopo l’arrivo degli agenti, è emersa la triste verità sulla madre.

sola bimba

La donna per il suo gesto ora rischia una denuncia per il reato di abbandono di minore. Il tempestivo intervento di una vicina di casa ha evitato che la vicenda si concludesse nel peggiore dei modi.

Stando alle informazioni rese note da alcuni media locali, i fatti sono avvenuti nel pomeriggio di lunedì 28 novembre. Precisamente nel piccolo comune di Nichelino, che si trova nella provincia di Torino.

La vicina di casa era uscita di casa per fare delle commissioni. Tuttavia, proprio mentre stava rientrando nella sua palazzina, ha trovato la bambina completamente da sola sull’androne.

sola bimba

Si è subito preoccupata vista la gravità della situazione. Infatti con una scusa è riuscita a farla entrare nella sua abitazione ed ha atteso con lei l’arrivo dei carabinieri.

Anche le forze dell’ordine sono andate subito sul posto e si sono messe in fretta a lavoro per rintracciare i suoi familiari.

Bimba di 2 anni lasciata sola in casa: la madre rischia una denuncia

Gli agenti sono riusciti a trovare la madre in pochissimo tempo. Quest’ultima per giustificarsi, ha detto loro che aveva lasciato la piccola sola in casa, per andare a riprendere l’altro figlio e per comprare una cosa ad un negozio, che si trova vicino la casa.

Ha affermato che non credeva che sarebbe uscita da sola, ma era convinta che rimanesse in casa ad aspettarla. Gli agenti al momento stanno valutando la possibilità di denunciarla, per il reato di abbandono di minore.

sola bimba

In questo caso il tempestivo intervento della vicina ha evitato il peggio. La piccola poteva finire in strada e qualcuno l’avrebbe anche potuta investire. Per fortuna la vicenda ha avuto un lieto fine.