Nicholas Winton, un eroe d’altri tempi

Home > Attualità > Nicholas Winton, un eroe d’altri tempi

Questa storia ci ha fatto stringere il cuore e, per questo, vogliamo condividerla con voi. Condividiamo sempre tante cose futili e di poca importanza mentre le storie come questa finiscono nel dimenticatoio… ecco perché crediamo che bisogna parlare un po’ di quello che ha cambiato la vita di almeno 669 bambini…

Siamo alla vigilia della Seconda Guerra Mondiale e un uomo di nazionalità britannica di nome Nicholas Winton decide di mettere a rischio la sua propria vita per salvare quella di alcuni bambini. L’uomo parte per Praga e dal 1938 al 1939 riesce ad organizzare la fuga dall’allora Cecoslovacchia di 669 bambini. La città era stata occupata dai nazisti e gli ebrei erano tutti raccolti e deportati nei lager per essere sterminati. Nicholas è riuscito a creare un corridoio di fuga per questi 669 bambini, facendoli uscire dalla Cecoslovacchia e mandandoli in Inghilterra. Arrivati nella Gran Bretagna questi bambini sono stati presi in consegna dai collaboratori di Nicholas e hanno ricevuto vitto e  alloggio. Si sono salvati tutti e sono cresciuti lontani dalla guerra nel loro paese. Nicholas ha mantenuto questo segreto per 50 anni… Un giorno, però, nel 1988, sua moglie ha trovato, per caso, nella soffitta della loro casa un album di fotografie e documenti: lì c’era la lista di tutti quei bambini che Nicholas aveva salvato dallo sterminio nazista. La donna decise di fare una sorpresa a suo marito e si rivolse alle autorità e a un’emittente televisiva. Usando i documenti e le informazioni comprese nell’album fotografico, si misero in contatto con tutti i bambini salvati da Nicholas, quelli ancora in vita, e organizzarono un incontro, senza dire nulla a lui.

Un giorno l’uomo, ignaro di tutto, venne invitato in uno studio televisivo e gli fecero incontrare alcuni di quei bambini che lui aveva salvato.

Qualche anno dopo, nel 2009, fu organizzata un’altra sorpresa per Nicholas Winton. 22 dei 669 bambini salvati da lui insieme alle loro famiglie, organizzarono un convoglio da Praga a Londra, rifacendo la strada fatta nel 1938-1939.

Nicholas è morto il 1 luglio del 2015, all’età di 106 anni.

Nel 2010 gli avevano conferito il titolo di Eroe britannico dell’Olocausto.

Onore e rispetto a un uomo meraviglioso.