non c’è niente che una madre non farebbe per i propri figli

Si era svegliata perché stava soffocando, la casa era in fiamme, è corsa in camera suoi due figli piccoli, li ha presi in braccio e portati fuori, ma dentro c'era ancora la più grande di 8 anni. Non c'era modo di entrare, il fuoco era ovunque, ma non c'è niente che una madre non farebbe per i propri figli e lei è arrivata a fare la cosa più estrema

Home > Attualità > non c’è niente che una madre non farebbe per i propri figli

Gli eroi e le eroine non appartengono solo al mondo della finzione o della fantasia. Trale persone reali spesso emergono personaggi esemplari che evitano tragedie e rendono il mondo un posto più sicuro. Questa è la storia di Angel Fiorini, una madre di 33 anni di Newman Lake, Washington, che senza super poteri ha compiuto un’impresa che ha salvato la vita delle persone che ama di più.

Come reagiresti se ti svegliassi una notte nel mezzo di un terribile incendio che consuma la tua casa? Questo è esattamente quello che è successo alla coraggiosa Angel, che è stata svegliata dal soffocamento causato dal fumo per testimoniare immediatamente l’orrore della sua casa in fiamme. Quella notte, Angel era sola a casa con i suoi figli, dato che il suo ragazzo e padre dei suoi figli, Aaron, lavorava di notte, quindi la prima cosa che poteva fare era muoversi velocemente attraverso quell’inferno imprevisto per mettere al sicuro i bambini. Nel bel mezzo del caos del fuoco, evitando gli ostacoli tra le fiamme, corse letteralmente nella stanza di due di loro, Rosalie, 2 anni e Vinnie, 4. Fu in grado di prenderli tra le sue braccia finché non furono portati in un posto sicuro. Quando guardò indietro, non poteva credere a quello che stava succedendo: tutta la casa era consumata dalle fiamme. Angel era terrorizzata dato che la sua figlia maggiore, Gianna, di 8 anni, era ancora dentro e non c’era nessun posto della casa senza che non bruciasse. Piena di audacia, questa coraggiosa madre di famiglia si gettò tra le fiamme che strisciavano sul pavimento, cercando di schivare il fuoco senza successo.

Sebbene il suo corpo fosse affetto da ustioni, Angel continuò a muoversi verso l’interno della casa in cerca della povera bambina che era ancora nel mezzo del fuoco. Strisciando, riuscì a trovare la ragazza e portarla fuori dalla sua stanza. Alla fine, Ange riuscì a portare sua figlia alla porta e a metterla al sicuro, tuttavia appena arrivata fuori, perse conoscenza.

Fortunatamente, i vicini erano già a conoscenza di ciò che stava accadendo nel quartiere e hanno risposto alla richiesta di aiuto, anche uno di loro che era un pompiere in pensione ed è stato in grado di allontanare Angel dall’ingesso. “Solo una madre è capace di fare una prodezza di quella natura”, ha commentato un surfista.

Recentemente la famiglia Fiorini è tornata ad essere una notizia, poiché Aaron, che aveva prolungato la sua promessa di matrimonio nel corso degli anni, ha aperto gli occhi per rendersi conto di quanto fragile possa essere la vita e che importanti decisioni non dovrebbero essere lasciate per dopo.

Ha deciso di chiedere ad Angel di essere sua moglie ufficialmente e si sono sposati dopo 15 anni che vivevano insieme.

Inoltre, i Fiorini hanno ricevuto il sostegno della loro famiglia e dei vicini, poiché in quell’orribile incendio hanno perso tutti i loro beni, ma il loro rapporto familiare è stato rafforzato più che mai e, a poco a poco, sono stati in grado di lasciarsi alle spalle il terribile fuoco. I nostri migliori auguri sono con loro.

Condividi questa incredibile storia di coraggio con la tua famiglia e gli amici, l’amore di una madre non ha limiti.