“Non è il figlio che volevo, ma…”

"Non è il figlio che volevo, ma..." - Un assistente sociale adotta un bambino malato che è stato rifiutato 10 volte

“Non è il figlio che volevo, ma era il figlio che Dio mi ha dato”, afferma l’assistente sociale Leinimar de Farias Cruz. Questa donna è ora la felice madre di un bambino che nessuna istituzione voleva a causa dei suoi gravi problemi di salute. Leni, ha incontrato Paulo Henrique all’ospedale dove il bambino  è nato prematuro.

L’istituzione si trova nella zona ovest di San Paolo (Brasile) e la donna stava lavorando lì.

Il bambino è nato dopo che sua madre tossicodipendente ha avuto un overdose mentre era incinta di sette mesi. A quel tempo i medici di Little Paulo, fecero nascere il piccolo ma aveva una  broncodisplasia polmonare, una malattia multifattoriale caratterizzata da cambiamenti nella funzione respiratoria, nonché problemi cardiaci e ritardo della crescita. Decisero di praticare un taglio cesareo per salvare la creatura.

Successivamente, il bambino ha iniziato un viaggio attraverso dieci rifugi statali e Leni ha prestato particolare attenzione alle sue cure. Era responsabile della somministrazione della GTT (tubo gastrico) dal quale si nutriva. Era l’unico bambino nel rifugio che aveva bisogno di cure mediche. Il bambino è stato in seguito trasferito in un rifugio per bambini con bisogni speciali, e Leni ha ottenuto l’autorizzazione per visitarlo e stare con lui durante il fine settimana.

Il bambino ora ha 5 anni e, sebbene inizialmente gli siano stati diagnosticati problemi di linguaggio, Leni ha scoperto che poteva comunicare solo che non lo faceva per mancanza di incentivi. Proprio in quel periodo  la donna decise di iniziare con le procedure per l’adozione.

Leni si era molto affezionata al bambino e voleva dare a Paulo la vita e la casa che meritava.

“Lì nel mio cuore ero sicura che fosse mio figlio. Non avevo idea di come mi sarei presa cura di lui, svegliarsi alle 4:50 del mattino per lavorare, tornare alla fine della giornata, da sola e senza l’aiuto di nessuno ” Disse Leni. Durante il processo di adozione , Paulo si ammalò gravemente e fu ricoverato in terapia intensiva con una grave polmonite. Durante quel periodo Leni era sempre al suo fianco e mentre il bambino stava migliorando, le buone notizie stavano arrivando anch’esse.

Alla fine , l’adozione di Paulo ha preso forma nel marzo di quest’anno e da allora il piccolo vive a casa con l’assistente sociale. In questi mesi Paulo ha guadagnato peso e salute ed è migliorato considerevolmente. Il suo tubo GTT è stato sostituito con un catetere nasale meno invasivo e il bambino ha già appreso le sue prime parole: “papà e mamma”.

Dopo aver reso nota la sua storia, il datore di lavoro di Leni ha deciso di trasferirla in un ufficio più vicino  a casa in modo da poter condividere più tempo con il bambino. Il suo padrone di casa ha deciso di incoraggiarla riducendo l’affitto. Paulo ha apportato solo benedizioni e buone notizie alla vita di Leni, nonostante tutte le difficoltà che entrambi potessero attraversare.

Lutto a Bolzano, Matilda Salutt si è spenta a 13 anni a causa di una grave malattia

Lutto a Bolzano, Matilda Salutt si è spenta a 13 anni a causa di una grave malattia

"Vacca grassa", il marito la insulta: lei perde peso e gli dice addio

"Vacca grassa", il marito la insulta: lei perde peso e gli dice addio

Il piccolo Zac Harvey è morto a 3 anni, a causa di un incendio nella roulotte

Il piccolo Zac Harvey è morto a 3 anni, a causa di un incendio nella roulotte

Tragedia in provincia di Rimini, neonato nato prematuramente in casa: è morto

Tragedia in provincia di Rimini, neonato nato prematuramente in casa: è morto

Viola uccisa dal fratellino per sbaglio con un colpo di fucile, la dedica dei genitori

Viola uccisa dal fratellino per sbaglio con un colpo di fucile, la dedica dei genitori

Brescia, il gesto dei compagni di classe di Viola Balzaretti per ricordarla

Brescia, il gesto dei compagni di classe di Viola Balzaretti per ricordarla

La nota influencer Paige Rice è morta a 22 anni a causa di un incidente stradale: anche il fidanzato non ce l'ha fatta

La nota influencer Paige Rice è morta a 22 anni a causa di un incidente stradale: anche il fidanzato non ce l'ha fatta