Non vanno al compleanno perchè la bimba ha subito molestie

La mamma di una bambina di 11 anni le ha organizzato una festa di compleanno ma i compagni della sua classe hanno rifiutato tutti l'invito. Il motivo è orribile

Home > Attualità > Non vanno al compleanno perchè la bimba ha subito molestie

La maggior parte dei bambini non vede l’ora che arrivi il proprio compleanno per poter festeggiare. Sanno che ci saranno delle deliziose torte, dei giochi diverti, regali e la compagnia di tutti i loro amici con i quali trascorreranno una giornata indimenticabile.

La stessa cosa la pensava More, una bambina argentina di 11 anni. La piccola pur avendo vissuto un brutto periodo poiché nei mesi precedenti aveva subito abusi, ha voluto invitare i suoi amici per condividere un giorno molto speciale per lei.

Julieta

Ha organizzato la festa e speso tutti i suoi risparmi per sorprendere i suoi invitati che, in precedenza, avevano confermato la loro presenza. Il giorno dell’evento, quindi, More era ansiosa di festeggiare, ma improvvisamente sua madre si rese conto che nessuno sarebbe mai arrivato.

Julieta Colinas, la madre della bambina, decise così di scrivere un ironico messaggio di ringraziamento ai genitori delle ragazze per non averli mandati alla festa e fu lì che apprese il vero motivo per cui le famiglie avevano impedito alle bambine di andare.

rifiuto

I genitori si erano riuniti dopo che è stata resa pubblica che la piccola aveva ricevuto abusi dall’ex partner della mamma che ora è in prigione a scontare la sua pena.

mamma-figlia

Ciò ha chiaramente reso la donna furiosa e ha pubblicato i messaggi sui social network in modo che tutti potessero scoprire la situazione ingiusta che sua figlia stava vivendo. Successivamente Julieta ha postato le foto anche su Instagram con la seguente didascalia: “Cosa pensate? Pensate che mia figlia è una cattiva ragazza perché è stata abusata? Pensate che perché ha dovuto affrontare qualcosa di brutto nella sua vita non può essere una ragazza con valori e ben educata? Sono queste le cose che mi feriscono l’anima”

Dopo la pubblicazione del post molte persone amiche di Julieta hanno convocato una “riunione di solidarietà” e anno partecipato al compleanno della piccola