Omicidio Alexandra Elena Mocanu

Omicidio Alexandra Elena Mocanu: il marito si sarebbe presentato in Procura

Secondo le ultime notizie emerse, il marito di Alexandra Elena Mocanu si sarebbe presentato spontaneamente davanti agli inquirenti

Nuovi importanti aggiornamenti sul caso di Alexandra Elena Mocanu, la barista trovata senza vita nella sua abitazione la scorsa domenica.

Omicidio Alexandra Elena Mocanu

Il marito che sin da subito aveva fatto perdere le sue tracce, dopo aver confessato telefonicamente al fratello di essere ricercato, si sarebbe presentato davanti alle forze dell’ordine.

La notizia è stata diffusa dall’Ansa: Avni Mecja, 42 anni, si sarebbe recato in Procura. Secondo gli ultimi dettagli rivelati, sembrerebbe che l’uomo sia fuggito in Albania nel week-end, per poi fare ritorno in Italia.

Omicidio Alexandra Elena Mocanu

Era stato il fratello a lanciare l’allarme, dopo una telefonata di Avni. Gli aveva detto di dover partire perché ricercato. Il cognato ha subito sospettato che fosse successo qualcosa ad Alexandra Elena Mocanu ed ha richiesto l’intervento delle autorità. Quando gli agenti hanno fatto irruzione nella casa, si sono trovati davanti alla straziante realtà. La giovane barista di origini rumene, era ormai senza vita, avvolta in una coperta. Il marito era fuggito con la sua auto, portando con se anche il suo cellulare.

Alexandra Elena Mocanu: gli inquirenti mantengono il massimo riserbo

Gli inquirenti stanno mantenendo il massimo riserbo sulla vicenda, ma sembrerebbe che alcune fonti parlino di diversi colpi con un oggetto contundente. Dopo l’autopsia, richiesta dal pm di turno, emergerà la causa certa del decesso della donna.

Omicidio Alexandra Elena Mocanu

Alcuni vicini hanno raccontato di averli sentiti spesso litigare, ma quel giorno nessuno ha sentito nulla.

Alexandra Elena Mocanu aveva 35 anni e lavorava come barista in un centro commerciale di Bolzano. Viveva in una grande palazzina situata in viale Trieste, oggi diventata lo scenario di un tremendo femminicidio.

Non ci sono ancora informazioni sulle dichiarazioni rilasciate dall’uomo in Procura. Non è ancora noto se il marito abbia confessato di aver tolto la vita alla moglie o se abbia raccontato un’altra versione di ciò che davvero è accaduto in quella casa tra sabato e domenica.