figlio Carol Maltesi

Omicidio Carol Maltesi, il suo bambino: “Ho paura di scordare il viso di mamma”

Danni inestimabili per il figlio di soli 6 anni di Carol Maltesi. Ha confessato alla psicoterapeuta che ha paura di scordare il suo viso

Soltanto sei anni, un bimbo che continua a domandarsi perché la sua mamma Carol Maltesi non lo cerca più e non va più a prenderlo. Quando i compagnetti di scuola gli domandano qualcosa su di lei, il piccolo risponde che la sua mamma non c’è più.

figlio Carol Maltesi

A chi gli sta vicino e si prende cura di lui, il bimbo confessa di aver paura di dimenticare il volto della sua mamma. La psicoterapeuta che lo segue e lo aiuta, durante il processo ha parlato di una perdita con la quale il minore dovrà confrontarsi per sempre, un danno psicologico inestimabile e conseguenze di un valore di un milione di euro.

Non immagina minimamente cosa è davvero accaduto alla sua mamma, i suoi nonni cercano di tenerlo lontano dalla tv il più possibile, per paura che venga trasmessa qualche notizia, che possa vedere le foto di Carol Maltesi, accompagnate dai raccapriccianti dettagli del delitto.

Carol Maltesi e Davide Fontana

Un giorno però scoprirà la verità, quando imparerà ad usare internet o quando le altre persone glielo racconteranno. Un giorno scoprirà che la persona che più amava nella vita, è morta per mano di un uomo che si era invaghito e che si è accanito su di lei con un martello.

Scoprirà che i suoi resti sono stati trovati in un dirupo. Una situazione che strazia il cuore e che la famiglia sostiene, ogni giorno, con molte difficoltà. Non sarà facile proteggerlo per sempre.

L’ex compagno e papà del suo bambino, l’ha definita come una mamma amorevole, gentile e sorridente. Cercava sempre di esaudire i desideri del figlio.

Carol Maltesi e Davide Fontana

Anche la nonna paterna, con le lacrime agli occhi, la ricorda come una gran bella persona e la definisce una figlia per lei. I rapporti erano buoni, si sentivano ogni giorno e anche a loro aveva confessato il desiderio di trasferirsi vicino al piccolo.

Ma poi si è allontanata, il bimbo chiedeva di lei, così la nonna ha deciso di scriverle. Ma Carol le ha risposto di non potere, si trovava a Dubai e non poteva usare il telefono. Solo, che quelle parole non erano sue. La povera mamma era già morta e Davide Fontana rispondeva ai suoi messaggi.

Carol voleva trasferirsi vicino a noi, per stare più col bimbo. Era già andata a vedere un appartamento. Era settembre-ottobre 2021.