Paga gli alimenti per il suo presunto figlio

Paga gli alimenti per 18 anni, per il suo presunto figlio. Scoperto l'inganno della sua ex moglie, la legge lo costringe comunque a continuare a pagare il mantenimento

Home > Attualità > Paga gli alimenti per il suo presunto figlio

Un abitante della città di Arequipa, in Perù, vive una situazione che si potrebbe solo immaginare o forse potrebbe accadere in una telenovela: è stato ingannato per 18 anni dalla sua ex-partner , che ha assicurato che il figlio che aveva era dell’uomo in questione, ma recentemente questo è stato negato e l’uomo chiede la restituzione del denaro che gli è stato detratto di mese in mese per pagare gli alimenti.

L’uomo apprese che non era il padre del figlio che la donna gli aveva assegnato, questo a causa dell’ordine di analisi del DNA che un giudice cittadino gli aveva ordinato di fare. Quando si separarono, l’ex partner dell’uomo lo costrinse a pagare gli alimenti, gli stessi che gli erano stati detratti durante questi 18 anni. Víctor Maldonado, l’uomo colpito, ha deciso di rendere pubblico il suo caso, poiché finora le autorità cittadine non hanno deciso di revocare l’ordine del mantenimento, così Nancy, la sua ex-partner, continua a godere di questo beneficio e lui continua a perdere il denaro che guadagna dal suo lavoro e dal quale potrebbe trarre vantaggio in un modo migliore. “La donna deve essere processata e costretta a pagare fino all’ultimo centesimo, questo si chiama frode”, ha detto un avvocato. Nancy e Víctor si incontrarono nel 2001, nella città di Moquegua, dopo che Victor dovette andare a lavorare a Lima, e tornò un anno dopo nella città dove incontrò Nancy. Quando si sono riuniti, lei ha confessato che aveva un figlio e che apparteneva a lui. Non credeva a quella storia, quindi non intendeva registrarsi, ma Nancy lo aveva anticipato, così, senza il suo consenso, lo registrò a nome di Victor, aiutata da suo padre.

Victor ha chiesto in diverse occasioni di autorizzarlo a eseguire un test del DNA, ma la legge glielo ha negato perché Nancy si è opposta alla situazione. Ma nel 2017, Nancy ha iniziato il processo per rinnovare la registrazione di suo figlio e ha inviato la notifica a Victor.

Tuttavia, la donna non ha inviato la notifica direttamente al presunto padre di suo figlio, ma alla casa dei presunti nonni, sperando che nessuno avrebbe prestato attenzione a lei.

Fortunatamente per l’uomo, sua cognata ha visto i documenti dell’ultimo giorno in cui Victor poteva presentarsi per un test del DNA, che era negativo e ha confermato ciò che sospettava sin dall’inizio: non era il padre del figlio di Nancy .

“Non ho niente contro il giovane, che ho visto raramente, è anche vittima di sua madre, lei ha mentito a tutti e due; ma è giusto che io possa recuperare i soldi che guadagno con così tanto sforzo “, ha dichiarato Víctor.

L’amore che un padre può professare nei confronti dei suoi figli, e viceversa, è davvero grande e nessuno dovrebbe osare giocarci. Sebbene ogni bambino abbia bisogno di una famiglia che lo ama, nulla giustifica la menzogna e l’approfittare degli altri senza alcun rimorso.

Condividi questa storia insolita con tutti i tuoi amici e spera che Víctor possa ottenere giustizia per recuperare ciò che gli appartiene per legittimità.

Bigodino.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI